CATANIA: ripartire da segnali di vita, ma partite durano 90 minuti…

0
92

Quante volte nel corso della stagione abbiamo ripetuto l’importanza di tenere bene a mente che le partite durano 90 minuti? Sotto questo profilo il Catania conferma il solito limite temporale. Per un tempo, sostanzialmente, smette di giocare facendo vedere qualcosa di più in spezzoni dell’altra frazione. A Pagani l’Elefante è stato pessimo nel primo tempo, sbagliando una quantità industriale di passaggi, subendo il possesso palla e l’iniziativa azzurrostellata con Pisseri solito protagonista a difesa dei pali.

Immediatamente dopo l’intervallo però i rossoazzurri sono scesi in campo con un piglio molto diverso. Al punto che per almeno 20-25 minuti i padroni di casa non hanno capito più nulla con il Catania capace di sfondare sia lateralmente che per vie centrali. Fino ad arrivare al gol del meritato 1-1.

L’Elefante ha continuato a spingere alla ricerca del gol vittoria. Sembravano esserci i presupposti affinchè si raggiungesse l’intento, invece dopo la rete clamorosamente divorata da Pozzebon ecco arrivare la mazzata. Il gol della Paganese che beffa un Catania sbadato. Si riparte dalla prestazione offerta per buona parte del secondo tempo a Pagani, ma ben sapendo che andrà riproposta con continuità nell’arco dei 90 minuti.

© RIPRODUZIONE DEL TESTO, TOTALE O PARZIALE, CONSENTITA ESCLUSIVAMENTE CITANDO LA FONTE – Qualunque violazione del diritto di copyright sarà perseguita a norma di legge.