NICCHI, Presidente AIA premiato a Catanzaro: “Siamo gente onesta, cadiamo ma sappiamo rialzarci per mantenere il calcio italiano ai vertici mondiali”

0
103
Marcello Nicchi

Anniversario della Fondazione della Sezione Arbitri di Catanzaro, presieduta da Franco Falvo. Numerose le autorità che hanno preso parte all’evento, tra cui, per quanto concerne l’ambito arbitrale, il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi, i Componenti nazionali Stefano Archinà e Maurizio Gialluisi, il Presidente del CRA Calabria Franco Longo, il questore di Catania Giuseppe Gualtieri, associato AIA. Quest’ultimo è figlio del compianto notaio Antonio Gualtieri, a cui gli arbitri catanzaresi hanno intitolato la propria Sezione, appena rimessa a nuovo, cerimonia di inaugurazione che è rientrata nell’evento dell’85° Anniversario, celebrato il 10 novembre 2017, al termine del quale è stato assegnato il Premio alla memoria del Commemorato, andato al Presidente dell’AIA.
Marcello Nicchi, una volta ricevuto il Premio, ha così commentato:

“Sono felicissimo di essere qui, in Calabria, terra di passione in cui sono cresciuto come arbitro, per il numero di gare che vi ho diretto. Divertiamoci perché non siamo più soli; Associazioni come LND, Associazioni degli Allenatori e dei Calciatori sono con noi, per continuare a fare gruppo e far rimanere il calcio italiano ai vertici mondiali. La nostra si chiama vera passione, perché l’AIA è fatta di gente onesta e per bene, che cade ma che è capace di rialzarsi. L’importante è non cadere tutti i giorni. Lavoreremo ancora di più per rendere l’associazione sempre più bella a chi verrà dopo di noi”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO