LO MONACO: “Lucarelli non parla più. Pisseri, momento di difficoltà. Non ho niente contro Lecce, nulla da invidiare a loro. Siamo a -6 ma non molliamo una virgola. Porcino? Speriamo che resti” 

0
499

Ai microfoni della trasmissione televisiva Corner è intervenuto l’Amministratore Delegato del Catania Pietro Lo Monaco bacchettando il tecnico Cristiano Lucarelli, elogiando il carattere evidenziata dalla squadra e soffermandosi su altri aspetti. Ecco le parole di Lo Monaco evidenziate da TuttoCalcioCatania.com:

“Lucarelli non parla più. A caldo è un pò disconnesso, quindi non rilascerà interviste. Il Catania deve gettare sangue fino alla fine, senza cercare giustificazioni. L’allenatore deve fare l’allenatore solo in campo, tutti gli altri discorsi non gli competono. Perchè se parte del pubblico fischia, ha il diritto di poterlo fare in quanto paga il biglietto. Nessuno ha bisogno di paladini. La squadra si difende con lo spirito di sacrificio ed il rendimento che è da definire eccellente. Purtroppo c’è un Lecce che sta camminando in maniera stratosferica. Noi non molleremo fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Non compete al nostro tecnico dire che il Lecce ha speso molto più di noi. Sono minchiate. Il nostro organico non ha niente da invidiare al Lecce. Chi non ci crede si metta da parte, noi non molliamo una virgola”.

“Catania-Cosenza? Il fatto di averla recuperata testimonia che la squadra ha una rosa importantissima, che i giocatori hanno un grande cuore e che le ambizioni nostre sono sempre vive. Abbiamo pareggiato contro un avversario tosto che ha avuto la fortuna di andare in vantaggio per due disattenzioni della nostra difesa con in testa Pisseri. C’è un calo nelle prestazioni del portiere che tanto ci ha dato. Vive un momentino di difficoltà. Un Pisseri attento, partecipe ed al 100%, secondo me non avrebbe preso quei gol. Gli stiamo vicini, cercando con il lavoro di farlo tornare ai suoi standard. Forse qualche punticino in più lo avremmo potuto avere ultimamente con un Pisseri in condizioni normali, fermo restando che siamo felici di avere in organico il portiere più forte del campionato”.

“Aspettiamo sempre che il Lecce faccia un passo falso, più che altro per capire come reagirebbe alle sconfitte. Sarei curioso di vedere che il Lecce scivoli, magari mi auguro che che lo faccia con la Sicula Leonzio. Porcino in scadenza? Ci sono delle società di B che gli stanno dietro, noi anche. Abbiamo avuto il privilegio di arrivare su di lui prima di altri a gennaio, ci auguriamo che si riesca a convincere il ragazzo a proseguire l’avventura a Catania alla scadenza del contratto in estate”.

“Incontro a Firenze? I dirigenti del Lecce non c’erano. Sono stato invitato a partecipare al Consiglio Direttivo discutendo argomenti importanti per la Lega Pro e c’è stata una telefonata con il Presidente del Lecce con cui abbiamo chiarito alcuni aspetti. Gli ho ribadito che noi non molliamo, dicendogli che non ho niente nei confronti del Lecce. Sottolineando che stanno andando a 100 all’ora e che entrambe le piazze hanno poco a che vedere con la Serie C. Loro provano da sei anni a tornare in B. Anni di investimenti e purtroppo non gli va bene. Capita che nasca una rivalità sportività. Simpaticamente gli ho anche detto che il prossimo anno faremo un amichevole tra le due squadre”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***