CATANIA – COMO: valutazioni sulla prova dei rossoazzurri. Lodi-show. Rossetti, cuore e tecnica. Curiale non perde il vizio

0
672
Catania - Como

Al termine della partita disputata contro il Como, riportiamo le valutazioni attribuite dalla nostra redazione ai rossoazzurri scesi in campo al “Massimino”. A cominciare dal portiere. Ordinaria amministrazione per Pisseri, anche se ha rischiato qualcosina nel primo tempo. Bene Aya nella mezz’ora in cui è stato impiegato, effettuando un salvataggio importante nell’economia della gara. Poi ha abbandonato il terreno di gioco per un problemino fisico che non sembra destare preoccupazioni.

Per il resto Blondett e Marchese fanno la loro parte sulle fasce giocando con ordine. Marchese, nel corso dei 90 minuti, ha anche ricoperto efficacemente il ruolo di centrale facendo coppia con Lovric che, a parte qualche lieve sbavatura, è stato apprezzabile. In mezzo al campo spicca la grinta di Saro Bucolo e Biagianti, non ancora brillanti fisicamente ma capaci di assicurare tanto cuore e spirito di sacrificio. Ottima la prestazione offerta da Lodi più vicino alle punte, bene assistite. Il centrocampista napoletano ha fatto centro con la splendida esecuzione di un calcio di punizione nel primo tempo. Ci ha riprovato anche nel finale di gara andando vicino al 4-0. Giocatore di categoria superiore.

In avanti, bene il movimento di Barisic e Di Grazia sugli esterni. Anche Rossetti non è dispiaciuto per determinazione, corsa, abnegazione e tecnica. Il gol siglato allo scadere del primo tempo è il giusto premio per il ragazzo, impeccabile nello stop e nella conclusione che ha beffato il portiere lariano. Nella ripresa hanno fatto il loro ingresso in campo anche i giovani Papaserio e Graziano. Per il primo si è trattato dell’esordio assoluto in Prima Squadra, davvero un bel momento disputando una decina di minuti complessivi recupero compreso.

Il secondo, invece, è andato davvero molto vicino al gol rivelandosi furbo e caparbio nella conquista della sfera ma, poi, involandosi in area non ha mantenuto la necessaria lucidità. Premiamo comunque la generosità e capacità di cercare il dialogo con i compagni. Ha margini di crescita non indifferenti, il futuro è dalla sua parte. Chiudiamo con Curiale. Davis non perde il vizio del gol effettuando il tap-in vincente nella stessa azione che ha portato Graziano a non inquadrare la porta. L’istinto dell’ex bomber del Frosinone tornerà certamente utilissimo al Catania nel corso della stagione.

VOTI

TITOLARI

Matteo Pisseri  6
Edoardo Blondett  6.5
Ramzi Aya  6.5
Dragan Lovric  6
Giovanni Marchese  6.5
Rosario Bucolo  6.5
Marco Biagianti  6.5
Maks Barisic  6.5
Francesco Lodi  7.5
Mattia Rossetti  7
Davis Curiale  7

SUBENTRATI

Andrea Di Grazia  6
Giacomo Graziano  6
Gianmarco Papaserio  s.v.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***