SOTTIL: persa la B meritata due volte, inizia una nuova sfida

0
142
Andrea Sottil

Il ripescaggio del Catania in Serie B sarebbe stato il giusto riconoscimento per l’allenatore Andrea Sottil, che al termine della passata stagione vinse il campionato di C sedendo sulla panchina del Livorno malgrado abbia incontrato numerose difficoltà lungo il percorso. Una B sul campo meritatissima per il tecnico di Venaria Reale in una piazza esigente, dove non era per nulla semplice e scontato vincere. Come non lo sarà a Catania. Sottil aveva la possibilità di proseguire l’avventura in cadetteria con la squadra amaranto, ma ha deciso di accettare una sfida diversa. Quella di riportare in alto la formazione dell’Elefante. Troppo forte il richiamo dei colori rossoazzurri, sposando un progetto pluriennale che mira non soltanto alla B ma anche ad un ritorno di slancio nella massima categoria.

Un passo alla volta, però. Adesso la (in)giustizia sportiva ha sancito il blocco dei ripescaggi in B e, pertanto, la permanenza del Catania e gli altri club interessati in Serie C. Il mister cambia girone, ma ben conosce quello meridionale dopo l’importante esperienza trascorsa sulla panchina del Siracusa che gli permise di effettuare il salto di qualità. Ci sarà da battagliare ovunque, probabilmente il girone C è il più difficile da affrontare. Ma niente paura. Semmai rabbia e la giusta tensione da convertire in energia positiva. Testa bassa e pedalare, il Catania ha allestito un organico di rilievo e tutti gli innesti sono stati scelti di comune accordo con Sottil. Qualcuno ai vertici federali ha negato la B che spettava di diritto al Catania, ora l’obiettivo è conquistarla sul rettangolo di gioco superando i numerosi ostacoli lungo il percorso. A cominciare dalla trappola Monopoli.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO