COSENTINO resta al suo posto

3
879
Pablo Cosentino, Catania

Pablo Cosentino non lascerà Catania nel 2015

Con la sconfitta maturata al cospetto del Carpi si chiude un 2014 drammatico per i colori rossoazzurri della Sicilia. L’inizio del nuovo anno viene visto in casa Catania come la possibile àncora di salvezza, attraverso innesti sul mercato finalizzati a contribuire ad una pronta risalita della squadra in classifica. Negli ultimi giorni è stata messa in discussione la convivenza tra il Presidente Antonino Pulvirenti e l’A.D. Pablo Cosentino, in realtà nulla lascia presagire un allontanamento del dirigente argentino, che rimarrà al suo posto. Vedremo, invece, se una nuova figura professionale affiancherà Cosentino. Ipotesi non da escludere, fermo restando che Cosentino non intende lasciare Catania né tantomeno il patron Pulvirenti è in contrasto con le scelte operate dallo stesso.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLETO: non c’è alcun’offerta concreta
Articolo successivoKEKO: “Catania, torna presto in Serie A!”
Livio Giannotta
"Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi. Possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente". Parole del grande scrittore tedesco Johann Wolfgang Von Goethe che mi hanno spinto all'ideazione di 'TuttoCalcioCatania.com'. Un progetto che parte da lontano e si pone l'obiettivo di fare informazione responsabilmente e consapevolmente. Direttore della testata giornalistica catanese e "stakanovista editoriale", mi avvalgo del contributo di un gruppo di lavoro brillante e motivato che opera seguendo principi di lealtà e correttezza.

3 COMMENTI

  1. La cosa non mi sorprende.Mi sarei sorpreso del contrario.L’anno nuovo inizia benissimo….

  2. l’etica della resonsabilita'(questa sconosciuta)gli avrebbe imposto le dimissioni.i suoi risultati sono inaccettabili,la sua presunzione, tanta roba, al pari della sua oncompetenza.

  3. Cosentino..emblema del fallimento del Catania, un uomo che non è in grado di ricoprire il ruolo che gli è stato dato, nel calcio non c’è spazio per improvissati, ci vuole uun dirigente capace…gente capace…Lo Monaco era si antipatico….ma nel calcio non si vien ricordati per la simpatia…ma contano i numeri e i successi!! Io fossi il presidente..farei un pensiero a Pietro Leonardi visto il difficile momento del Parma

Comments are closed.