CATANIA: ripartire dalle poche note liete di una stagione da incubo

0
239
Catania vs Avellino

Non tutto da buttare in casa Catania nonostante i numerosi disastri

Nel contesto di una stagione vissuta nell’anonimato, per il Catania si registrano comunque alcune note liete oltre alla bontà del lavoro svolto dal preparatore atletico Massimo Neri. Ed è proprio da queste che bisogna ripartire per pensare ad un futuro migliore. Ad esempio dalla capacità di ridisegnare a gennaio una squadra che necessitava di una forte scossa.

Purtroppo i tanti acquisti effettuati in sede di calciomercato non si sono rivelati sufficienti per risalire la classifica fino a conquistare la zona Playoff, ma la squadra è ad un passo dal salvare il salvabile. Dopo l’inattesa battuta d’arresto di Brescia serve un ulteriore sforzo per mettere in cassaforte la salvezza, obiettivo che fino a non molto tempo fa sembrava difficile da raggiungere. Confermare la maggioranza dei giocatori che si sono contraddistinti in questa stagione nefasta sarebbe un ottimo segnale per ripartire di slancio.

Magari rinnovando la fiducia al direttore sportivo Daniele Delli Carri, che ha fatto sicuramente la sua parte nel mercato invernale. Poi bisognerà comprendere fino in fondo chi è desideroso di cambiare aria, fare chiarezza sul progetto tecnico e sui ruoli societari. No agli stravolgimenti, sì a pochi accorgimenti ma di pronta efficacia. Assumendosi le proprie responsabilità per ricollocare l’Elefante in palcoscenici più consoni al suo blasone.