PROCURA FIGC: Catania, Palazzi chiede responsabilità diretta per sei partite

0
1471
Stefano Palazzi
Stefano Palazzi, Procuratore Federale.

Stefano Palazzi presenta il conto

La Procura Federale della Figc ha inviato la notifica della chiusura delle indagini. Il Procuratore Stefano Palazzi ha presentato il conto con più di 40 partite sotto inchiesta, 36 società coinvolte a vario titolo, oltre 100 deferimenti in arrivo per illecito sportivo. Per quanto concerne il Catania, l’atto di chiusura delle indagini riguarda l’ex presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, l’ex a.d. Pablo Cosentino, l’ex d.s. Daniele Delli Carri, il procuratore Fernando Arbotti, il dirigente Piero Di Luzio e Gianluca Impellizzeri, gestore di un’agenzia di scommesse.

Viene chiesta la responsabilità diretta a carico della società etnea per le partite disputate contro Avellino, Varese, Trapani, Latina, Ternana e Livorno. Non viene citata Brescia-Catania né Bari-Catania e Catania-Carpi, che qualche sospetto avevano inizialmente destato. Nell’atto non compare nessuno dei tanti giocatori di queste sei squadre indagati a Catania, ma si precisa che le combine sono avvenute con il concorso di persone non identificate o per le quali sono ancora in corso accertamenti penali. Entro ferragosto la sentenza di primo grado.