CATANIA 0-0 FOGGIA: gli etnei non sanno più vincere, tabellino e statistiche partita

0
417
Catania vs Foggia

Solo un pari allo stadio Angelo Massimino. Un punto a testa per Catania e Foggia, partita molto meno spettacolare di quanto ci si poteva aspettare alla vigilia. Risultato che serve a poco ai rossoazzurri, in difficoltà sul piano del gioco.

Al 17′ Agazzi prova ad impensierire Narciso con un destro a giro, ma il portiere del Foggia non si fa sorprendere ed effettua un grande intervenendo smanacciando in corner. La risposta rossonera è affidata ai piedi di Sainz Maza, che approfitta di un buco della difesa catanese ma concluse sopra la traversa. Al minuto 32 si fa vedere Rossetti, il giovane attaccante si accentra e calcia in porta. Nessun problema per Narciso che blocca la sfera.

Pochi istanti dopo, bell’azione sulla corsia di destra. Accelerazione di Calderini, palla in mezzo per l’inserimento di Agazzi, l’incornata del centrocampista finisce a lato, non di molto. A pochi istanti dall’intervallo, brivido per la retroguardia etnea. Dormita difensiva, svetta Agnelli che con un’incornata potente e precisa colpisce in pieno la traversa, poi la palla finisce fuori. Termina così un primo tempo difficile per il Catania.

Poche occasioni da gol, un pò di confusione generale per i rossoazzurri che sfruttano prevalentemente giocate individuali. Nella ripresa scarseggiano le emozioni. I rossoazzurri provano a sfondare ma con poco costrutto, più ragionata la manovra rossonera ma la difesa etnea regge fino al 93′. Le uniche chance per andare a segno nel secondo tempo capitano a Calderini, che le sciupa in tutti i casi. Alla fine il risultato di parità è giusto. Il Catania non sa più vincere.

CALCIO CATANIA VS FOGGIA CALCIO, STADIO ANGELO MASSIMINO

CATANIA (4-3-3) Bastianoni; Parisi, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Musacci (55′ Russo), Scarsella (87′ Lulli); Calderini, Calil, Rossetti (70′ Plasmati). A disp. di Pancaro: Ficara, Garufo, Bacchetti, Ferrario, Barisic, Di Grazia, Sessa.

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Angelo (22′ Bencivenga), Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Gerbo (85′ Riverola), Agnelli, Coletti, Sarno, Iemmello, Maza (67′ Viola). A disp. di De Zerbi: Micale, De Giosa, D’Allocco, Lodesani, Sicurella, Bollino, Agostinone, Adamo.

Note: 3′ di recupero primo tempo; 3′ di recupero secondo tempo; 10.049 spettatori (5.533 abbonati + 4.516 paganti), incasso 31.067 euro

Arbitro: Andrea Morreale di Roma 1.

Assistenti di linea: Roberto Pepe di Ariano Irpino e Arcangelo Vingo di Pisa.

Osservatore arbitrale: Rosario Spata di Ragusa.

Ammoniti: Musacci, Di Chiara, Calil, Loiacono, Coletti, Viola, Parisi

Corner: 2 – 7

Possesso palla: 48% – 52%

Falli commessi: 13 – 15

Tiri nello specchio della porta: 3 – 2

Tiri fuori: 4 – 3

Tiri respinti dal portiere: 0 – 1

Tiri bloccati dal portiere: 1 – 2

Palle raccolte dal portiere: 10 – 5

Pali/Traverse: 0 – 1

Cross: 13 – 18

Fuorigioco: 1 – 2

Assist: 4 – 3

Conclusioni di testa: 1 – 1