IDENTITA’ DA RITROVARE: giusto insistere con la difesa a tre, oppure modulo da cambiare?

1
155
Cristiano Lucarelli

Qualcosa non va per il verso giusto in casa Catania. Nelle ultime settimane, i rossoazzurri hanno riportato due sconfitte consecutive cedendo sorprendentemente i tre punti al cospetto di Sicula Leonzio (al “Massimino”) e Reggina (in trasferta) con quattro gol subiti e due all’attivo. La squadra di Cristiano Lucarelli attraversa, evidentemente, un periodo di difficoltà per quanto riguarda la registrazione degli equilibri fondamentali lungo il percorso.

Anche a Reggio Calabria, il tecnico livornese ha proposto come modulo di base il 3-5-2. Lo staff rossoazzurro lavora insistentemente sullo sviluppo di tale sistema di gioco che, fino a qualche settimana addietro, ha prodotto risultati lusinghieri in termini di punti. A Siracusa, invece, Lucarelli è passato al 3-4-3 e la mossa si è rivelata azzeccatissima.

Non altrettanto al “Granillo”, dove il Catania sperava di fare bottino pieno con l’ingresso di Correia e, invece, lasciando qualche varco in più a disposizione della Reggina, i calabresi ne hanno approfittato trovando la rete del 2-1. Adesso bisogna preparare al meglio la successiva gara casalinga col Bisceglie. Vedremo se confermando il 3-5-2, ripartendo dal 3-4-3, rispolverando il 4-3-3 oppure adottando altra soluzione tattica. Di sicuro il Catania deve ritrovare la giusta identità, tornando prepotentemente all’inseguimento del primo posto.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Lucarelli questo modulo, il 3-5-2, non da più garanzie. E ora di cambiare qualcosa e dare una precisa identità all’ undici di base!!!!!

Comments are closed.