BIANCO: “Catania, serve equilibrio e segnale immediato. Sottil e Lo Monaco credono ancora al primo posto, giusto così. Juve Stabia, Trapani e Catanzaro…”

0
344
Paolo Bianco

“A differenza delle concorrenti, il Catania ha avuto troppi alti e bassi”

Intervista rilasciata dall’ex difensore del Catania Paolo Bianco a La Gazzetta dello Sport. Focus sulle speranze promozione rossazzurre e la corsa al primo posto nel girone C di Serie C:

“L’altro giorno parlavo con Fabio Caserta, tecnico della Juve Stabia, e secondo lui la stagione non è chiusa. Da esterno, un campionato come questo può perderlo solo lei. E’ difficile rimontare uno svantaggio così evidente per il Catania, ma ha il dovere di farlo nei confronti di dirigenti, staff e tifosi. Conosco bene Sottil e Lo Monaco e so che ci credono fortemente. Al loro posto ci crederei anche io. Carriero è un giocatore di prospettiva. Con Sarno e Di Piazza in attacco il Catania è più forte, grazie a due elementi che sono fuori categoria. I rossazzurri devono dare un segnale immediato“.

A differenza delle concorrenti, il Catania ha avuto troppi alti e bassi e deve trovare un equilibrio, senza farsi prendere dalla frenesia. Il Trapani ha dovuto affrontare problemi societari, ma ha creato qualcosa di diverso rispetto alle aspettative iniziali: Italiano è un allenatore di valore, fa giocare la sua squadra in modo positivo e piacevole. Sul Catanzaro la garanzia è Auteri, chi lo prende vuole vincere il campionato, senza mezze misure. Mi dispiace invece per Cevoli, che aveva lavorato tra enormi difficoltà a inizio stagione: una volta arrivata la nuova proprietà l’hanno esonerato anche se stava facendo bene con una squadra di ambizioni medie. E’ ingiusto”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***