CATANIA: prova opaca e senza mordente, fine campionato con delusione e morale basso verso i Play Off

0
570

L’obiettivo era quello di concludere il campionato nel migliore dei modi, in attesa dei Play Off. Invece il Catania ha chiuso in bruttezza, non andando oltre l’1-1 attraverso una prova opaca e priva di mordente, carattere. Rossazzurri senza anima che si portano in vantaggio sfruttando l’episodio del rigore trasformato da Lodi e subiscono il pari sempre dal dischetto con Pisseri non esente da colpe. La reazione non è così veemente come ci si sarebbe potuto attendere. Mentre da Catanzaro giungevano notizie di calcio-tennis, più i minuti scorrevano e più il Catania si eclissava in campo. Solo attraverso qualche fiammata gli etnei hanno impensierito la retroguardia ospite. Per il resto solite criticità sul piano del gioco, manovra lenta e macchinosa, poco movimento senza palla, giocate spesso prevedibili. Di Piazza è riuscito nell’impresa di fallire due gol che, normalmente, si fanno ad occhi chiusi. Aggiungendo il tiro di Curiale respinto da Marcone nel primo tempo, il Catania non ha più avuto occasioni nitide. Il Rieti, invece, in ripartenza ha messo i brividi in qualche circostanza centrando anche la traversa nella ripresa. Al termine dei 90′ più recupero, il risultato di parità rispecchia tutto sommato quel che si è visto in campo. Un Rieti compatto e ordinato ha lottato fino alla fine per cogliere almeno un pareggio come ciliegina sulla torta di un campionato molto positivo; il Catania, invece, è proiettato ai Play Off con il morale basso ed una tifoseria arrabbiata per quanto prodotto in questa stagione. L’auspicio è che gli spareggi – da affrontare come quarti classificati – coincidano con l’inizio di un percorso completamente nuovo, anche se le premesse non sono delle migliori.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***