CAMPLONE: non solo calcio, dalla cucina alla passione per il mare e la musica

1
538
Andrea Camplone
Andrea Camplone con Gennaro Gattuso.

Amante dell’espressione di un calcio divertente e propositivo, Andrea Camplone è tecnico navigato che ama questo sport, umile ma allo stesso tempo ambizioso. Tuttavia il calcio non è la sua unica passione. Da quanto apprendiamo, il neo allenatore del Catania – si attende soltanto l’ufficialità – è molto legato al mare, al punto da avere avviato persino un’attività balneare a Pescara. Catania, in questo senso, è una città di mare e tale aspetto lo incuriosirà in maniera particolare. Con tutta la famiglia ha vissuto a Cuba. Quando smetterà con il calcio, l’idea è quella di trasferirsi con la moglie in un’isola sperduta, magari alle Maldive.

C’è, poi, un discorso curioso legato alla cucina. In un’intervista rilasciata tempo fa a gianlucadimarzio.com, Camplone ha ammesso di cavarsela soprattutto nella preparazione dei risotti, sua specialità. In carriera, inoltre, ha assaporato diversi pasti succulenti. Dagli arrosticini abruzzesi fino ai funghi e ai tartufi di Perugia, il pesce di Bari passando per gli agnolotti e le tagliatelle romagnole, tanto per citarne alcuni. Qualche sfizio se lo toglierà anche alle pendici dell’Etna, essendo la cucina siciliana ben nota per i suoi mille sapori.

Restando al di fuori del calcio, Camplone è un grande appassionato di tennis e calcetto ma, soprattutto, della lettura di romanzi thriller. Per quanto riguarda la musica, questa ha sempre svolto un ruolo importante per lui “perché a seconda delle situazioni può darti la carica giusta”. Anzi, si aspetta che anche i suoi giocatori ne ascoltino tanta. Ma non chiedetegli di cantare, il canto non è roba sua. Molto meglio ascoltare qualcosa di Michael Jackson, uno dei suoi artisti preferiti.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Camplone. Non avrà tanto tempo per soddisfare tutti sti obby… Dovrà pensare al. Catania. Quindi i suoi obby saranno. Calcio Catania e basta…

Comments are closed.