CATANIA: le scelte di Camplone contro la Viterbese. Come cambia la squadra nel corso del match

0
342

Il Catania non entusiasma sul piano del gioco ma, con la giusta mentalità, riesce ad avere la meglio su una Viterbese che si è difesa con ordine concedendo pochi spazi. Mister Andrea Camplone fa i conti con numerose defezioni a cui si sono aggiunte, in extremis, quelle di Rosario Bucolo e Giovanni Marchese per motivi disciplinari (idem Marco Biagianti che, comunque, non sarebbe stato convocato essendo acciaccato). Ecco come ha modificato gli interpreti nel corso della gara disputata al “Massimino” e vinta per 1-0:

COSI’ DAL PRIMO MINUTO…

Prima da titolare per il camerunense Mbende, che non delude le attese. A centrocampo si punta sulla riconferma di Welbeck a protezione di Lodi, con Llama che completa il terzetto nel 4-3-3. Di Piazza preferito a Curiale. Mazzarani in campo dal 1′ rimpiazzando gli infortunati Sarno e Catania. L’ex Salernitana agisce inizialmente sulla corsia di sinistra ma scambia spesso la posizione con Di Molfetta.

MINUTO 65

Primo cambio tra le fila rossazzurre. Dall’Oglio subentra a Mazzarani. Quest’ultimo esaurisce la benzina e viene rimpiazzato dall’ex centrocampista del Brescia. Sostituzione che comporta anche una modifica tattica: Llama viene infatti avanzato sulla linea degli attaccanti, mentre Dall’Oglio si piazza sul centro-sinistra entrando bene in partita.

MINUTO 77

Seconda sostituzione effettuata. Il giovane Distefano fa il suo esordio in Prima Squadra prendendo il posto di Llama, autore di una discreta partita. Il ragazzo classe 2000 viene collocato sull’out offensivo destro, mentre Di Molfetta torna a giostrare sulla corsia mancina del campo.

MINUTO 83

Il tecnico del Catania opta per le ultime sostituzioni. Si rivede il centrocampista Rizzo, per la prima volta inserito nell’elenco dei convocati in questo campionato. Il calciatore messinese riprende confidenza con il rettangolo verde rilevando Lodi, autore del gol vittoria, mentre Welbeck viene chiamato ad impostare. Dentro anche Curiale, fischiato da parte dello stadio al momento dell’ingresso in campo: fuori Di Piazza, andato vicinissimo al gol nel primo tempo centrando in pieno la traversa.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***