PAGELLE PER REPARTO: bene la difesa. Welbeck “protegge” Lodi, protagonista del match. Di Piazza marcato stretto ma fa il suo

0
566

Valutiamo la prestazione del Catania contro la Viterbese al “Massimino” attraverso le consuete pagelle per reparto. A cominciare dalla difesa:

DIFESA – 7

Qualche intervento in uscita ed una buona respinta su Tounkara nel primo tempo. Per il resto, ordinaria amministrazione per l’estremo difensore Furlan. Ma è l’intero reparto difensivo ad avere fatto buona guardia. Funziona l’intesa tra Mbende e Silvestri, come già si era intuito nel secondo tempo di Potenza. Il camerunense ha messo la museruola al temibile Tounkara, ma anche Pacilli e gli altri attaccanti hanno fatto ben poco per impensierire il Catania. Sulle corsie laterali, invece, Calapai e Pinto sono andati a corrente alternata. Primo tempo in affanno, maggiore spinta nella ripresa ma entrambi hanno contribuito a concedere poco alla Viterbese.

CENTROCAMPO – 6.5

Lodi si conferma prezioso punto di riferimento. Se a Potenza ha predicato nel deserto, stavolta si è rivelato più semplice servire i compagni soprattutto nel secondo tempo. E’ sempre lui a dettare i tempi ed a rivelarsi infallibile dal dischetto, trasformando il calcio di rigore decisivo ai fini della vittoria. Molto utile il lavoro di “protezione” portato avanti da un dinamico Welbeck. Llama evidenzia grande generosità ma, nei momenti chiave, perde la necessaria lucidità. Nel corso della ripresa entra bene in partita Dall’Oglio e si rivede Rizzo. Vista l’esclusione dalla lista dei convocati, mister Camplone ha concesso un’opportunità al ragazzo, il quale ha risposto presente e proverà a ritagliarsi il suo spazio nelle prossime settimane.

ATTACCO – 6

Novità Mazzarani in campo dall’inizio sulla corsia di sinistra, spostando Di Molfetta sull’out opposto. Nel corso del match, però, i due giocatori si sono scambiati di posizione per provare a dare meno punti di riferimento ai difensori laziali. In parte ci sono riusciti, creando un pò di scompiglio nell’area di rigore avversaria. Di Piazza ha ricevuto qualche suggerimento invitante dai compagni, in uno dei quali ha lasciato partire un bolide che si è andato a stampare sulla traversa nel primo tempo. La difesa ospite lo marcava stretto e non era facile districarsi, ma alcune situazioni di pericolo è riuscito a crearle. Nel finale Camplone mette dentro Distefano (esordio in rossazzurro) e Curiale (fischiato al momento del suo ingresso in campo) per fare rifiatare Llama e Di Piazza.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***