BINDA: “Casi Rieti, Avellino e Bisceglie? Immagine Serie C lesa”

0
519
Nicola Binda

Non soltanto la situazione critica del Rieti e quella incerta dell’Avellino. Anche a Bisceglie c’è il rischio che il club “salti” a campionato in corso. Ne parla il collega de ‘La Gazzetta dello Sport’ Nicola Binda, ai microfoni di tuttoc.com:

“A Rieti i giocatori devono decidersi a non giocare domenica, così la pantomima finisce prima, sono degli illusi se credono che qualcuno risolva le problematiche che vivono. Ed è ora di smettere di dare la colpa alla Federazione di quanto si vede, non è colpa delle guardie se i ladri fanno rapine: le prime scadenze il club le ha rispettate, sapendo però che non aveva le forze per arrivare in fondo alla stagione. Non era più coraggioso e dignitoso alzare subito bandiera bianca? Rinunciare da principio significava poter ripartire dalla D o dall’Eccellenza, ora dalla Terza Categoria. La colpa è dei presidenti. E un discorso simile vale per l’Avellino: hanno una cultura calcistica, mi aspettavo che si trovasse un’alternativa imprenditoriale alla Sidigas. Ma anche qui è un prolungamento dell’agonia. Per quanto riguarda il Bisceglie… altro caso di società che avrebbe dovuto rinunciare in partenza, sarebbe stato più dignitoso e rispettoso della storia del club”.

“Purtroppo agli occhi dell’opinione pubblica l’immagine della Serie C è lesa, ma è invece bene ricordare che a fronte di questi problemi, ci sono 57-58 società che esprimono un bellissimo calcio e tengono alto il nome della categoria. Non si può far rovinare la C da 2-3 club”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***