BUCARO (all. Sicula Leonzio): “A Catania dovremo dare il 101%, rosa etnea da primo posto”

0
211

Vigilia di Catania-Sicula Leonzio. L’allenatore bianconero Giovanni Bucaro interviene in sala stampa, speranzoso di ottenere un risultato positivo domenica:

“Negli ultimi anni la Leonzio ha creato problemi al Catania? Del passato conta poco. Le statistiche lasciano il tempo che trovano. Non so se il Catania ha problemi societari, ma parliamo di una squadra forte, da primo posto. Magari nell’ultimo periodo non ha fatto benissimo ma annovera sempre giocatori di primo livello. Loro hanno una rosa talmente ampia e di qualità che possono permettersi dei cambi in tutti i ruoli. Non faccio distinzioni tra giocatori, l’organico del Catania è importante per questo girone. 

“Sono tutte gare difficili. Sappiamo che non possiamo accontentarci di nulla vista la difficile situazione di classifica. Dovremo essere coraggiosi e più spregiudicati mentalmente. Ogni partita per noi è come se fosse l’ultima. Dobbiamo fare di tutto per portare più punti possibili a casa. Sia il Catania che noi cercheremo di trarre il massimo da questa gara, provando a giocare per vincere. Sarà difficile per entrambe le squadre. Sicuramente la mia ha fatto una bella partita domenica scorsa, forse anche dando fin troppo rispetto a quanto richiesto. Mi auguro si possa ripetere a Catania sotto il profilo del gioco e sul piano caratteriale. Il fatto che il Catania non abbia giocato a Pagani, forse gli ha consentito di recuperare qualcuno. Poi dirà il campo se per noi questa sosta forzata degli etnei rappresenta un vantaggio o meno”.

Questa settimana la vittoria ha potato maggiore entusiasmo nel gruppo e quindi è stato più facile lavorare. Ho visto una cresciuta sul piano dell’applicazione e dalla voglia di fare. Poi è la partita che ti dà le risposte, ma abbiamo lavorato sicuramente molto meglio perchè venivamo da un punto in cinque partite. Forse in formazione cambierò qualcosa. Per quanto concerne il modulo, invece, in questo momento è giusto che per raggiungere una nostra identità si prosegua nel percorso avviato settimana scorsa. Derby da palermitano per me? A me interessa la Leonzio, non vivo la partita come un derby. Questo magari per i tifosi può essere importante. E so che per l’ambiente è un derby molto sentito. Mi aspetto la stessa concentrazione di sempre, a prescindere da questo. Ogni avversario per noi è difficile”.

“Mi aspetto una crescita ulteriore da parte della squadra e di rimettere in campo caratteristiche determinanti per fare bene. Se non alziamo il ritmo o giochiamo con grande intensità, diventa quasi impossibile fare risultato. Dobbiamo dare il massimo, il 101% altrimenti non otteniamo un risultato positivo in uno stadio come Catania e contro una squadra come il Catania. La voglia e giocare a ritmi alti sono fondamentali. In mancanza di queste, la gara si rivelerebbe ancora più difficile”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***