TRA CAMPO, MERCATO E FUTURO SOCIETARIO: si preannuncia un 2020 decisamente impegnativo per il Catania

0
1730
Torre del Grifo, Catania

Siamo giunti alla conclusione del 2019. Un anno caratterizzato da illusioni, false speranze, bocconi amari e la mancata promozione in Serie B. Si è è ripartiti da una nuova guida tecnica, gettando le basi per un progetto vincente solo in linea teorica. La realtà dei fatti ha messo a nudo le pecche di una squadra che con il 4-3-3 di mister Andrea Camplone non è riuscita a dare continuità ai risultati in trasferta, riportando sonore sconfitte come il clamoroso 5-0 di Vibo Valentia. Poi il ritorno di Cristiano Lucarelli al timone, i frequenti cambi di modulo, la ricerca di una precisa identità e, soprattutto, le problematiche di natura societaria che hanno investito il Catania.

Si apre un 2020 quantomai impegnativo. I tifosi temono il peggio perchè l’attuale proprietà non sembra in grado di fornire le necessarie garanzie per assicurare la continuità gestionale nel medio-lungo periodo. Sono stati ridotti sensibilmente i debiti sportivi ma la massa debitoria ingente riguarda l’extra-campo e, gioco forza, le difficoltà delle imprese facenti capo ad Antonino Puvirenti incidono anche sulle sorti del Calcio Catania. La politica di riduzione drastica del monte ingaggi diventa priorità assoluta e, con essa, l’esigenza di privarsi di diversi componenti della rosa con contratti particolarmente onerosi. Rimpiazzandoli con giocatori che rientrino nel ridotto budget stanziato dal Catania.

Tutto questo mentre non mancano i soggetti potenzialmente interessati all’acquisto del club ma, tutti, devono essere in grado di dimostrare di possederne i requisiti. Salvando la matricola 11700 e mettendo in piedi un progetto serio, di lungo respiro, rispettoso della passione dei tifosi. Qualcosa si muove, presto le trattative dovrebbero entrare nel vivo ma la proprietà mantiene il più stretto riserbo. Nel frattempo il Catania lavora anche sul fronte campo, ben consapevole che il 2 gennaio riapre il calciomercato e, nella medesima data, la squadra riprende gli allenamenti a Torre del Grifo per preparare la trasferta di Francavilla Fontana. Pochi giorni dopo, il 7 gennaio, il Tribunale si pronuncerà sul caso Meridi e la richiesta di ammissione alla amministrazione straordinaria. Inoltre, a metà febbraio, bisognerà certificare alla COVISOC l’avvenuto pagamento degli emolumenti delle ultime mensilità. Il popolo rossazzurro osserva con l’ansia l’evolversi degli eventi, auspicando che il 2020 possa restituire un pò di serenità all’intero ambiente.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***