CATANIA DOUBLE FACE: meglio della Virtus nel primo tempo, in difficoltà nella ripresa. Un punto a Francavilla

0
485

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Finisce 0-0 a Francavilla Fontana. Il Catania ottiene un punto in occasione del primo impegno ufficiali del 2020, al cospetto di un avversario ostico. Primo tempo in prevalenza di marca rossazzurra, con i padroni di casa che provano a sfruttare le ripartenze ed il Catania che macina gioco e produce occasioni da gol. La prima chance porta la firma di Biondi che, però, al 7′ conclude debole e centrale di testa. Subito dopo, padroni di casa insidiosi sull’asse Perez-Vazquez e Furlan sale in cattedra al 11′ respingendo un calcio di punizione ben indirizzato da Zenuni.

La risposta del Catania è pressochè immediata, Di Molfetta riceve palla in area e scarica con tutta la propria forza ma Poluzzi con una super parata si rifugia in corner. Al 23′ altra occasione ghiotta per il Catania, stavolta con Barisic che, in area di rigore, sbaglia tutto concludendo a lato. Di tanto in tanto i padroni di casa tirano la testa fuori dal guscio creando qualche presupposto interessante in contropiede. Come quando Furlan, al 31′, effettua un intervento non stilisticamente perfetto ma efficace al 31′ su Perez. I rossazzurri portano avanti un prolungato possesso palla, tentano anche di andare a rete attraverso conclusioni dalla lunga distanza con Di Piazza, Rizzo e Dall’Oglio ma non riescono a sbloccare il risultato. Prima frazione di gara che si conclude con il Catania in attacco che, ai punti, avrebbe meritato di portarsi in vantaggio.

Nella ripresa, invece, cambia l’atteggiamento delle due squadre. Stavolta è il Francavilla ad avere il pallino del gioco. Il Catania abbassa il baricentro e, quando prova ad imbastire una manovra degna di nota, perde spesso lucidità. I padroni di casa spingono alla ricerca dell’1-0 e ci vanno molto vicini al 50′. Gran bella giocata di Vazquez che controlla, si gira e centra in pieno la traversa. Brivido per il Catania che rischia grosso anche un paio di minuti più tardi. Doppia occasione di Perez: prima Furlan respinge, poi l’attaccante conclude a lato da posizione favorevole. Lo stesso portiere catanese mette in angolo con qualche affanno al 58′ ma, soprattutto, al minuto 62 con un grandissimo riflesso nega la gioia del gol a Vazquez.

La squadra di Trocini vuole la vittoria e continua a premere sull’acceleratore. Al 68′ il tiro di Mastropietro viene bloccato da Furlan e, dieci minuti dopo, Pinto rischia l’autogol. Ci prova anche il neo entrato Di Cosmo. Affiora la stanchezza, nel finale c’è un pò di nervosismo in campo. A tempo abbondantemente scaduto, Pinto è costretto ad uscire dal campo in barella e l’arbitro – la cui direzione non è stata impeccabile – manda le squadre negli spogliatoi. Meglio il Catania nei primi 45 minuti, più propositiva la Virtus nei secondi. Pareggio tutto sommato giusto al “Giovanni Paolo II”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***