CATANIA AFFETTO DA PAREGGITE: ancora uno 0-0 al “Massimino”, pesa l’errore dal dischetto di Mazzarani

0
535

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

I rossazzurri e la Ternana non si fanno male al “Massimino”. Ancora uno 0-0 per il Catania che conferma di essere affetto da pareggite. Primo tempo abbastanza equilibrato con entrambe le squadre vicine al gol. Nelle battute iniziali ci prova Partipilo con una insidiosa conclusione ravvicinata ma Furlan non si fa sorprendere. La risposta rossazzurra è affidata a Pinto con un bel tiro angolato al 9′. Continua a spingere il Catania. Pregevole iniziativa personale di Biondi al 13′ che strappa gli applausi del pubblico. Etnei ancora pericolosi, stavolta con Di Molfetta che rientra sul destro e calcia sul primo palo, Iannarilli si distende e devia in corner.

Alla mezz’ora ghiottissima opportunità per la formazione di Cristiano Lucarelli. Bellissimo scambio Biondi-Pinto, quest’ultimo viene atterrato in piena area e l’arbitro concede il penalty tra le proteste degli umbri. Mazzarani s’incarica della battuta ma viene ipnotizzato da Iannarilli che respinge. Episodio, questo, che scuote la Ternana. Al minuto 33 botta di Palumbo che trova Furlan reattivo nella circostanza, rifugiandosi in calcio d’angolo. Prima dell’intervallo grande occasione che sfuma per la Ternana con Paghera. Pochi istanti prima Furlan aveva deviato in corner il sinistro di Palumbo. Il tiro fuori bersaglio di Vicente archivia un primo tempo combattuto.

La ripresa, invece, è abbastanza soporifera. Cala l’intensità, la squadra dell’Elefante prova con maggiore insistenza ad avanzare nella metà campo avversaria ma di vere e proprie chance per andare a segno se ne vedono ben poche. Il neo entrato Curcio effettua un paio di tentativi innocui, Iannarilli sostanzialmente tranquillo nella seconda parte del match. L’unica situazione degna di nota la crea Calapai con un gran destro da fuori al 39′ ed il pallone che finisce di poco sopra la traversa. Per il resto poco o nulla da segnalare fino al triplice fischio del direttore di gara, giunto puntuale allo scadere dei 3′ di recupero.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***