LUCARELLI: “Ci manca il salto di qualità, buttarla dentro. Salvezza vicina, poi ci divertiamo…”

0
1121

Mister Cristiano Lucarelli ha commentato la prestazione offerta dal Catania contro la Reggina in sala stampa. Ecco le dichiarazioni più significative del tecnico rossazzurro:

“Abbiamo dato densità, poi abbiamo pagato la stanchezza della gara di giovedì e non siamo riusciti a mantenere lo stesso ritmo della prima ora di gioco. Bravi ad arrivare spesso primi sulle seconde palle, a dare intensità. Meriti importanti contro una squadra che accetta la battaglia, forte e che non abbiamo praticamente mai messo nelle condizioni di tirare in porta. Siamo rammaricati perchè abbiamo creato delle situazioni ma non riusciamo a compiere quest’ultimo gradino che è quello di concretizzare le occasioni. Mazzarani arrabbiato al momento della sostituzione? No, semmai era scontento per la sua prestazione. Abbiamo rinunciato alle individualità, preferendo lavorare su un’unità di gruppo. Siamo andati anche a cena insieme, ci divertiamo con tanto di karaoke. Avevo promesso ai ragazzi che se avessimo ottenuto un’altra vittoria dopo Castellammare avrei offerto un’altra cena. La pagherò comunque volentieri perchè la prestazione c’è stata. Si è creato uno spirito di un certo tipo. Abbiamo perso qualità ma oggi siamo un gruppo compatto e di categoria. Te ne accorgi dal modo in cui si affrontano le partite. Mi dispiace solo che non ci sia il Var in C perchè in ogni calcio d’angolo ci starebbero almeno due rigori a partita su Mbende, che viene sempre preso e cinturato dagli avversari in modo plateale. La cosa mi fa inc… perchè purtroppo dobbiamo continuare ad essere danneggiati da questo tipo di situazione”.

“La doppia espulsione di Rizzo? Io non ci ho capito nulla con tanti giocatori davanti. Da dov’ero io non si vedeva molto. Siamo vicini alla salvezza, manca qualche altro punticino e poi ci divertiremo a rompere un pò le scatole a tutti facendo i dispettosi del girone. Poi speriamo anche di qualificarci ai play off. Dobbiamo mantenere questa intensità elevata e la voglia di difendersi aggredendo in avanti, non scappando all’indietro. Noi nella prima fase tendevamo sempre ad abbassarci, invece ora stiamo salendo in avanti riducendo spazio e tempo per la giocata dell’avversario. Inoltre dobbiamo fare gol. Il Lucarelli di 500 ristoranti fa potrebbe fare comodo. Dico sempre ai ragazzi che il gol non deve essere un evento sporadico ma un obiettivo quotidiano. Abbiamo tanti esterni a disposizione, anche i ricambi non mancano ma devono entrare convinti. Un pò più di cattiveria la stiamo mettendo rispetto ad un mesetto fa, ci manca l’ultimo salto di qualità che è quello di buttarla dentro. Pensate cosa sarebbe successo se avessimo segnato contro la Ternana a 10′ dalla fine, oppure oggi nel primo tempo. Avremmo potuto sfruttare al meglio le nostre caratteristiche. Non riuscire a stanare le squadre negli ultimi venti metri qualche problemino ce lo dà. Beleck? Ha spizzato tante palle, continuiamo a lavorare su questa giocata a cui non eravamo abituati. E’ riuscito a vincere tutti i duelli sulle palle alte, per di più al cospetto di una difesa solida come quella della Reggina. Dobbiamo essere bravi a leggere le traiettorie e buttarci alle sue spalle”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***