PAGELLE DI REPARTO: la difesa sbanda, centrocampo asfittico e l’attacco non punge

1
445
Minuto di raccoglimento in memoria di Luciano Gaucci.

Non è arrivata la reazione d’orgoglio auspicata. Dopo l’amaro ko di Terni, il Catania riporta una nuova sconfitta, la prima tra le mura amiche in questa stagione contro un lanciatissimo Monopoli. Come di consueto la redazione di TuttoCalcioCatania.com ha realizzato le pagelle di fine partita, attribuendo a ciascun reparto un voto che è indice di mediocrità e insufficienza. Queste le nostre considerazioni:

DIFESA, 4.5

Lucarelli preferisce coprirsi schierando una linea difensiva a tre che diventa a cinque in fase di non possesso. Costa molto cara nel primo tempo la disattenzione sul gol di Fella, che riceve un cross di Jefferson dalla destra sorprendendo la retroguardia attraverso il suo perfetto inserimento da dietro. Anche Furlan, nella circostanza, poteva fare meglio. Il portiere si è poi riscattato in almeno un altro paio di occasioni, per poi combinarla grossa sul tiro non irresistibile di Donnarumma nel corso della ripresa. Molto insicuro Mbende, ci si aspettava qualcosa di più dal rientro di Silvestri dalla squalifica ma anche lui ha faticato a contenere le scorribande biancoverdi. Interventi non sempre puntuali e precisi, inoltre, ad opera di Esposito. Bene o male la difesa tiene nei primi 45′, ma sbanda totalmente nella ripresa. Il Monopoli avrebbe potuto siglare altre reti se fosse stato più cattivo sotto porta.

CENTROCAMPO, 4.5

Quantità industriale di errori commessi nel settore nevralgico del campo. Sarà il clima pesante che si respira e la condizione psicofisica non ottimale della squadra, ma i rossazzurri hanno perso un gran numero di duelli in mediana. Salandria sta lavorando per entrare negli schemi di Lucarelli ed è da elogiare per l’impegno che assicura sul rettangolo verde. E’ uno dei pochi centrocampisti dinamici a disposizione del tecnico livornese, ma sbaglia tanto. Numerosi contrasti insolitamente persi da capitan Biagianti e le cose non volgono al meglio anche con la presenza di Vicente, forse condizionato dal cartellino giallo rimediato a pochi istanti dal suo ingresso nella ripresa. Difficoltà in chiave di filtro, giro palla prevedibile e centrocampo asfittico. In affanno anche Biondi e Pinto sulle corsie laterali.

ATTACCO, 4.5

Pochissime occasioni da gol degne di nota prodotte dal Catania dalle parti di Antonino. L’estremo difensore biancoverde ha tenuto inviolata la propria porta per merito di se stesso, dei propri compagni di reparto che – non a caso – vantano una delle migliori difese del girone C ma anche demeriti etnei. Dispiace citare per l’ennesima volta Barisic. Non vuole essere un accanimento nei confronti di un giocatore che vorrebbe spaccare il mondo per dimostrare il vero potenziale di cui dispone, ma pecca decisamente di lucidità sotto porta sprecando un paio di ghiotte opportunità. Per il resto Curcio evidenzia solo qualche fiammata in un contesto di grigiore assoluto e Di Molfetta non incide. I neo entrati Manneh, Capanni e Rossitto assicurano buona volontà ma non impensieriscono mai l’attenta difesa monopolitana. Mazzarani sembra quasi svogliato ed è proprio lui l’autore di una delle rare conclusioni di marca etnea nel secondo tempo, calciando ben oltre la traversa.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Dove sono gli acquirenti del Catania Calcio
    ? La cordata che voleva acquistare il CT che fine ha fatto? È un imbroglio? La società deve dare una risposta insieme a questa fatidica cordata ( se esiste). Fateci sapere.

Comments are closed.