AMARCORD: da Tachtsidis a Chrapek, il centrocampo flop degli ultimi dieci anni rossazzurri

1
671
Panagiotis Tachtsidis

Gli insuccessi del Catania nelle ultime stagioni sono stati spesso attribuiti all’assenza di fosforo e qualità in mezzo al campo, cuore della manovra. Sul banco degli imputati sono finiti i vari interpreti chiamati a dare un’identità alla linea mediana.

Soffermandoci su quei giocatori che hanno inciso negativamente sulle sorti della squadra rossazzurra, è impossibile dimenticare ad esempio il greco Panagiotis Tachtsidis piuttosto che il polacco Michal Chrapek, entrambi acerbi e inadeguati alla frenesia tattica tipica del calcio italiano. Contestualizzando le annate, hanno reso al di sotto delle aspettative anche giocatori ampiamente rodati come Tiberio Guarente, Luca Lulli e Federico Angiulli, chiamati a garantire un rendimento essenziale a servizio di una squadra talvolta carente sul piano del dinamismo.

Discorso a parte per Federico Scoppa, metronomo argentino dai piedi educati che a Catania pagò l’impatto iniziale con il calcio italiano facendosi apprezzare maggiormente nelle successive esperienze di Monopoli e Vicenza, distinguendosi tra i migliori nel suo ruolo. Tra i centrocampisti flop dell’ultimo decennio c’è anche Giuseppe Carriero, incontrista che oggi fa le fortune del Monopoli ed il Catania prelevò dal Parma la scorsa stagione con l’intento dare nuova linfa a centrocampo, tuttavia con risultati infruttuosi.

AMARCORD: da Peruzzi a Sauro, i difensori flop dell’ultimo decennio rossazzurro

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Di seghe a centrocampo ,il Catania ne ha avute una marea…..
    Per fortuna ci sono stati anche CINESINHO, PERENI, BARLASSINA , MASTALLI e tanti altri più recenti .

Comments are closed.