CATANIA REWIND: cronaca di tutte le vittorie in C dal 2015, successo all’esordio per Rigoli

0
100

La stagione 2016-17 coincise con il ritorno di Pietro Lo Monaco all’interno dei quadri dirigenziali del Catania. Il dirigente campano accorse al capezzale del club etneo con l’intento di far quadrare i conti e programmare il rilancio sportivo. A coadiuvarlo nella gestione tecnica fu individuato il giovane diesse Christian Argurio, già coordinatore degli osservatori sotto la gestione Gasparin.

Ai pochi reduci dell’annata precedente (i difensori Bergamelli, Bastrini e Parisi, il centrocampista Di Cecco e gli attaccanti Calil e Russotto), si unirono i rientranti Di Grazia, Barisic e De Rossi. Tornarono a vestire il rossazzurro Biagianti, Paolucci e Bucolo, a cui si aggiunsero un drappello di stranieri tra cui il metronomo argentino Scoppa, i brasiliani Drausio e Gladestony Da Silva e il terzino serbo Djordjevic. Per il ruolo di portiere la scelta ricadde sul guardiapali del Monopoli Matteo Pisseri, con lo spagnolo Martinez a fargli da vice. A dirigere l’orchestra fu chiamato Pino Rigoli, già artefice della scalata dell’Akragas dai dilettanti alla Lega Pro.

Il campionato prese il via sabato 27 agosto 2016. Alla prima giornata il Catania ospitò una delle squadre accreditate per la vittoria finale, la Juve Stabia. Per i rossazzurri si preannunciava una nuova partenza ad handicap in virtù dei sei punti di penalizzazione inflitti dalla Commissione Disciplinare della FIFA per il caso Castro, cui se ne aggiunse successivamente un altro per inadempienze amministrative. Pur con questo pesante fardello sulle spalle, gli etnei sciorinarono una prestazione eccellente al cospetto di un avversario quadrato e aggressivo. La sequenza delle reti premiò Calil (36′), Paolucci (51′) e il centrocampista Di Cecco (94′), quest’ultimo subentrato nel finale ad uno scatenato Russotto, tra i migliori in campo al pari dell’argentino Scoppa, collocato da Rigoli in cabina di regia. Il successo in rimonta (la Juve Stabia era passata in vantaggio al 18′ con Lisi) instillò fiducia all’interno del gruppo in vista della nuova scalata da compiere.

VIDEO – GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***