IL MINISTRO DELLO SPORT: “Se agiamo con imprudenza il calcio si ferma, dobbiamo conquistarci le riaperture del Governo”

0
130

L’indirizzo è sempre quello della prudenza. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, attraverso un nuovo intervento su Facebook, fa il punto sulla momentanea sospensione di tutti i campionati italiani:

“La prudenza che noi stiamo avendo sul mondo del calcio è ciò che lascia ancora uno spiraglio alla possibilità di ripresa del campionato. Prudenza non è incapacità di decidere come qualcuno scrive in malafede, ma l’unico appiglio per cercare di riprendere il campionato. L’alternativa è, come ha fatto la Francia ed altri Paesi, dire che il calcio si ferma qui. Tutto dipende dall’evoluzione dell’emergenza sanitaria e dalla nostra singola capacità di rispettare le regole. Se pensiamo che dal 4 maggio tutto sarà finito, senza rispetto delle regole e precauzioni, sbagliamo alla grande e rischiamo di ritrovarci in una situazione anche peggiore. E non sarà possibile mettere a disposizione tutti gli aiuti che stiamo cercando di dare. Conquistiamoci queste riaperture. Il virus ci costringe ad una modalità di vita a cui non eravamo abituati. Non sarà facile per nessuno e per i tanti sportivi ma io sono convinto che lavorando bene tutti insieme, da chi opera nelle palestre ai grandi professionisti, campioni e tesserati delle varie federazioni e discipline sportive, potremo essere tutti contenti di essere usciti da questo incubo tornando a vivere anche per il benessere fisico e psichico la nostra attività sportiva”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***