CATANIA: giovani, contratti in scadenza e prestiti. Il punto della situazione

0
1274

Tra un mese scadono i contratti di diversi giocatori del Catania: Marco Biagianti, Giuseppe Rizzo, Andrea Esposito, Giovanni Marchese, Steve Beleck e Orazio Di Grazia, tutti di proprietà del Catania. Nessuna novità, al momento, sulla proroga dei termini di scadenza fino a quando non verrà stabilito se effettivamente si farà ritorno in campo. In base alle bozze relative alle linee guida della FIGC, eventualmente sarebbero società e calciatori a lavorare autonomamente affinchè trovino un accordo per il prolungamento dei vincoli contrattuali fino ad un paio di mesi. Ma il tema non è ancora ben chiaro e il tempo scorre. Oltretutto il Catania fa i conti con l’incertezza societaria e la messa in mora già scaduta da parte dei tesserati che potranno rivolgersi entro il 20 giugno al Collegio Arbitrale per richiedere lo svincolo.

Vicino, inoltre, il rientro alla base per fine prestito di Gabriele Capanni (proprietà Milan), Federico Angiulli (proprietà Catania, quest’anno alla Sambenedettese) e altri giovani ceduti a titolo temporaneo a società di serie inferiore. Qualora venisse definitivamente archiviato il campionato di Serie C, Vincenzo Sarno tornerebbe a Catania (dovrebbe giocare altre 2 partite della stagione 2019/20 affinchè la Triestina eserciti automaticamente il riscatto del cartellino, ndr). Da notare che in scadenza c’è anche il contratto del tecnico Andrea Camplone (con relativo staff), ancora a libro paga come il collega Andrea Sottil (2021). Mister Cristiano Lucarelli (2021) attende novità sul proprio futuro.

Per quanto riguarda il futuro dei promettenti Emanuele Pecorino (Milan), Gian Marco Distefano (Lazio), Simone Milazzo (Torino) e Guglielmo Floridia (Hellas Verona), il Catania ha la possibilità di monetizzare una cifra pari ad almeno un milione di euro. In caso di mancato riscatto, torneranno alle pendici dell’Etna. Da segnalare anche l’esistenza di una clausola particolare inserita nel contratto di Lorenzo Di Stefano, trasferitosi lo scorso anno a titolo definitivo alla Sampdoria: una percentuale a favore del Catania sull’eventuale successiva rivendita da parte del club blucerchiato, che entro il 2022 potrebbe anche decidere di riscattare integralmente tale percentuale.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***