CATANIA: parco giocatori, tanti avvoltoi alla finestra ma la fiammella della speranza è accesa

1
3489
Torre del Grifo Village, Centro Sportivo Catania

Il Coronavirus sposta l’attenzione altrove, in un momento in cui fare mercato è difficile viste le tante incognite legate al nodo stipendi, contratti in scadenza e ritorno in campo. Ma quando si presentano società in evidenti difficoltà economiche, si sa, non mancano i cosiddetti avvoltoi. Quelli che, approfittando di un eventuale fallimento societario, stanno alla finestra e aspettano il momento opportuno per smembrare la preda. Reperendo i giocatori a costo zero, a seguito dello svincolo dell’intero parco giocatori che diverrebbe automatico.

Il Catania, che spera ancora di tirarsi fuori da una situazione di grande incertezza, nella malaugurata ipotesi di fallire vedrebbe il proprio organico smantellato per intero. Perdendo elementi di categoria potenzialmente superiore come Calapai, Silvestri, Pinto e Mazzarani tanto per citarne alcuni. Ma soprattutto quei giocatori su cui in questi mesi ha fiutato la possibilità di ricavare una buona plusvalenza. Su tutti, Kevin Biondi ed Emmanuel Mbende ma anche giovani promesse che rispondono ai nomi di Emanuele Pecorino e Gian Marco Di Stefano, attualmente in prestito con diritto di riscatto al Milan ed alla Lazio.

Tanti club sono lì, pronti a fiondarsi sui resti del cadavere senza preoccuparsi di corrispondere alcuna somma di denaro al Catania, in attesa che venga sancita la fine dell’Elefante. Tuttavia non è detta l’ultima parola. Vero che il Catania rischia grosso, poichè la situazione finanziaria è assai delicata e l’unica alternativa al fallimento è il cambio di proprietà, ma c’è uno spiraglio di luce in quest’ottica con la costituzione della SpA SIGI realmente interessata ad acquisire il Calcio Catania. La partita della sopravvivenza è ancora aperta, mantenendo accesa la fiammella della speranza.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Ma se fallisse cosa ne faranno delle briciole che restano?? Come proporranno una nuova società se nessuno andrà piu allo stadio, non avendo piu interessi, quindi a questo punto siate furbi, e fate in modo che si salvi il salvabile, io l’avrei fatto anche senza un’euro per il bene della matricola e dei tifosi che andranno in massa allo stadio per contribuire alla rinascita,

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.