CATANIA: primi ricorsi al Collegio Arbitrale, la squadra rischia di perdere pezzi

0
6640

Situazione che potrebbe ulteriormente aggravarsi in casa rossazzurra. Mentre si attendono novità dal Consiglio Federale fissato per lunedì in merito ad un eventuale ritorno in campo per le squadre iscritte al campionato di Serie C, la società etnea continua a fare i conti con il nodo stipendi. Situazione difficile poichè soltanto una piccola fetta di tesserati ha ricevuto il pagamento delle mensilità di gennaio e febbraio, in netto ritardo ritardo rispetto alla scadenza di marzo. Altri, invece, sono stati retribuiti in misura parziale.

C’era il timore fondato che qualche giocatore si rivolgesse al Collegio Arbitrale (tempo fino al 20 giugno, ndr) per richiedere lo svincolo, una volta scaduta la messa in mora. Qualcuno lo ha già fatto e, tra questi, figura l’attaccante Davide Di Molfetta ma si attendono ancora comunicazioni ufficiali circa la pronuncia della risoluzione. Qualora venisse dichiarata, a titolo di risarcimento del danno Di Molfetta ha diritto di percepire un importo, da corrispondersi mensilmente, pari alla parte fissa della retribuzione ancora dovuta, fino alla scadenza del contratto o fino alla data di efficacia di un nuovo contratto con altra società. Altri calciatori rimangono, invece, in attesa degli eventi e non escludono di seguire lo stesso percorso.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***