SI GIOCANO DUE PARTITE: Lucarelli in panchina, Astorina in Tribunale. Catania tra sogno e sopravvivenza

0
3818
Torre del Grifo, Catania

Sorprendente la notizia della sconfitta della Ternana in finale di Coppa Italia Serie C, a conferma che di scontato non c’è mai nulla. Cristiano Lucarelli, comunque, aveva messo in preventivo l’ipotesi di un ritorno in campo del Catania già martedì. Sarebbe stato preferibile avere più giorni a disposizione per preparare i Play Off, in ogni caso la società ha ottenuto l’ok dei giocatori alla partecipazione, rassicurandoli sul pagamento delle mensilità arretrate. Vedremo se la situazione si sbloccherà nelle prossime ore. Il mister ha motivato a mille la squadra, lui che non ha mai nascosto il desiderio di provare a firmare un’impresa che avrebbe del miracoloso. Il Catania non gode certamente dei favori dei pronostici, ma chissà. Giusto provarci, come sottolineato dal grande ex rossazzurro Roberto Sorrentino ai nostri microfoni.

La speranza è che, nel frattempo, sul fronte societario ci si adoperi sul serio per mettere in sicurezza il futuro del Calcio Catania e della matricola 11700, oltre che di tanti lavoratori che da mesi non percepiscono un euro. Si è chiuso un ciclo, la piazza invoca insistentemente di voltare pagina. C’è un piano di rientro da sviluppare per la tutela dei creditori, un bando da pubblicare per l’avvio della procedura competitiva, una maglia da onorare sul rettangolo verde ed una nuova serie di scadenze all’orizzonte. Campo da una parte, Tribunale dall’altra. Due partite importanti da giocare, soprattutto quella della sopravvivenza del Calcio Catania che vede l’Amministratore Unico Gianluca Astorina protagonista, chiamato a fornire al Tribunale tutti i chiarimenti necessari per finalizzare al meglio i contenuti del bando.

La convocazione di martedì dovrebbe essere funzionale al superamento dei punti lacunosi emersi, facendo sì che finalmente parta la procedura competitiva dopo il punto d’intesa raggiunto tra Sigi e Finaria una settimana fa dinanzi al sindaco. A proposito, superato questo scoglio (bisogna fare in fretta perchè il tempo è tiranno) vedremo se sarà la sola Sigi a presentare l’offerta d’acquisizione del club, oppure riscontreremo l’interesse di altri soggetti. Spostandoci dalle aule giudiziarie al campo, Lucarelli sogna di vincere le sue battaglie sportive. A cominciare da quella che si consumerà contro la Virtus Francavilla proprio il 30 giugno, giorno della convocazione del club in Tribunale. Aspettiamo ancora per capire quale scenario si prospetta per l’Elefante, ma il momento della verità non è mai stato tanto vicino.

===>>> CESSIONE CATANIA: pubblicato finalmente il bando! Ecco il contenuto integrale, il 23 luglio si svolgerà il procedimento competitivo

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***