FUTURO CATANIA: revoca o conferma del bando, adesso la partita si gioca su questo fronte

1
1593

La notizia della dichiarazione di fallimento di Finaria ha generato parecchio allarmismo tra i tifosi, molti dei quali hanno immediatamente fatto un’associazione diretta con il fallimento del Calcio Catania. La società dell’Elefante, però, al momento non risulta fallita e la Sport Investment Group Italia (Sigi), che da tempo ha manifestato l’interesse ad acquisire il club, nonostante lo scossone ha deciso di andare avanti. Sperando di riuscire nell’intento, malgrado la strada sia apparentemente in salita. Intanto si prende atto che Finaria – holding che controllava le attività di Pulvirenti – finisce nelle mani dei curatori fallimentari Alessandra Leggio e Niccolò Notarbartolo, ritenendo il piano di rientro non rispondente alle esigenze dei creditori. In tale contesto s’inserirebbe anche il contenzioso con parte della famiglia Massimino che rivendica – addirittura dagli anni ’90 – una quota di poco superiore al 25%. Finaria sembra intenzionata ad impugnare la sentenza, ma servirebbe un mese per conoscere l’esito.

A questo punto la partita si gioca sul fronte del bando per l’avvio della procedura competitiva. Qualora venisse regolarmente confermata – ad oggi è così – spazio alla presentazione delle offerte (possibile l’interessamento di altri soggetti, vedi l’ipotesi Joe Tacopina) entro il 22 luglio con apertura delle buste fissata per il giorno successivo e la sottoscrizione dell’atto notarile in un lasso di tempo di 5 giorni. In caso di revoca del bando (il Giudice Delegato può sospendere la gara o non autorizzare la stipula del contratto di compravendita per i motivi di cui all’art. 108 L.FALL), il rischio fallimento per il Calcio Catania sarebbe molto concreto lasciando pochi margini di speranza. Possibile anche ipotizzare una vendita privata o l’apertura di un nuovo bando, ma i tempi tecnici non giocherebbero favorevolmente. Non resta che attendere le prossime mosse del Tribunale. Allontanando o riavvicinando lo spettro del fallimento, in base all’evolversi degli eventi.

===>>> UFFICIALE: il bando resta (modificato)! Ecco l’ordinanza del Tribunale, entro il 22 luglio le offerte

 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Ma che cavolo sta succedendo,??è possibile che non ci sia una cordata a Catania che possa prendere in mano e
    salvare il tutto?? dobbiamo fare la fine del Palermo di Zamparini, mi auguro di no …….da imprenditori sveglia
    ….. e aiutate e salvate il grande e glorioso Catania…. forza Catania…..

Comments are closed.