VERSO TERNANA – CATANIA: alla scoperta delle “Fere”

0
1359

La Ternana, assieme al Perugia, costituisce la massima espressione dell’Umbria a livello calcistico. Furono proprio le Fere, rappresentazione “pallonara” di una città operaia, ad eguagliare per primi lo storico traguardo della partecipazione al campionato di Serie A di una squadra umbra nel 1972.

L’apice del sodalizio rossoverde (accostamento cromatico singolare nel panorama calcistico italiano) corrisponde grossomodo agli anni Settanta, periodo in cui si ricordano le due storiche apparizioni in massima serie (stagioni 1972-73 e 1974-75) e il raggiungimento della semifinale di Coppa Italia nell’annata 1979-80. La Ternana vanta inoltre 27 partecipazioni in Serie B e 35 in Serie C, categoria in cui è ripiombata dopo aver militato per sei stagioni consecutive tra i cadetti (2012-2018).

Il patron Stefano Bandecchi, fondatore dell’Università degli Studi “Niccolò Cusano”, ha deciso di rinsaldare il legame con la piazza promuovendo una campagna abbonamenti a prezzi popolari (5 euro in Curva, 8 nel settore Distinti e 10 in Tribuna). La risposta del pubblico non si è fatta di certo attendere di fronte all’allettante proposta, sono state oltre 12 mila le tessere staccate nel giro di poche settimane.

La presenza della Ternana nel raggruppamento meridionale non costituisce una novità assoluta, per di più gli umbri hanno conquistato tre delle loro quattro promozioni in Serie B disputando proprio il Girone Sud (1967-68, 1991-92, 1997-98). Nel 1992 il salto di categoria arrivò dopo una vittoria casalinga sul Catania allenato da Pino Caramanno.

Per rinverdire i fasti del passato, il club ha deciso di puntare su un nucleo di giocatori di comprovata esperienza per la categoria guidati dal riconfermato tecnico Fabio Gallo, che alterna spesso i moduli 4-3-1-2, 4-3-3 e 3-5-2. Rosa ampia, il centrocampo abbina qualità e quantità, la difesa si presenta solida, l’attacco dotato di un mix di estro, fantasia, tecnica e fisicità. In base agli investimenti effettuati ci si poteva aspettare una classifica migliore, ma l’organico rossoverde resta molto competitivo.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***