AVV. FERRAU’: “Rapporto con i tifosi da salvaguardare. Tacopina e Lo Monaco…”

0
3103

Riaprirà lo stadio “Angelo Massimino” al pubblico? Com’è finita con l’attesa proposta dell’avvocato statunitense Joe Tacopina di acquisire parte delle quote del Calcio Catania? Sono alcuni degli argomenti trattati nel corso della trasmissione televisiva Corner con l’avvocato Giovanni Ferraù. Queste alcune delle dichiarazioni evidenziate:

“Ci vuole prudenza ed attenzione perchè i dati epidemiologici non sono confortanti ma soprattutto realtà importanti come Catania, Bari e Palermo con stadi aventi una capienza importante non possono essere paragonati a realtà un pò più piccole. Speriamo di poter riaprire lo stadio anche se solo per mille tifosi sugli spalti. Abbiamo parlato com l’Assessore Manlio Messina, la Regione attende indicazioni nazionali chiare e precise sulla possibilità di riaprire gli eventi sportivi anche per le serie minori, capendo quale sarebbe la capienza massima. Poi il Governo regionale emanerà la sua ordinanza. Iniziare a giocare a porte chiuse sarebbe un dramma per tutti, tifosi e giocatori. Noi le prime 3-4 gare le giocheremo in casa, ma a porte chiuse. Abbiamo la necessità che il 12/o uomo sia presente sugli spalti, questo però ad oggi non dipende da noi. Il raporto con tifo organizzato e tifosi catanesi deve essere salvaguardato. Siamo in una situazione emergenziale. Al momento non possiamo fare abbonamenti, nè vendere biglietti. Non possiamo stabilire oggi cosa accadrà domani. L’idea è assolutamente quella di aprire lo stadio nella capienza massima possibile”.

“Il numero di card vendute finora è ben lontano da quanto auspicato e chi ci ha garantito un aiuto ha fatto un passo indietro. La card non è obbligatoria, è uno strumento che rientra in quel finanziamento che abbiamo chiesto a più livelli alla città. Pagando una cifra simbolica di 2 euro è incluso l’abbonamento ma non è per far pagare un abbonamento al doppio o al triplo. Apriremo la campagna quando sarà possibile farlo e saranno previste delle riduzioni, dando a tutti la possibilità di contribuire. Siamo aperti alle critiche ma anche ai suggerimenti, miriamo tutti allo stesso obiettivo che è il Calcio Catania. Assolutamente sì al dialogo ed al sostegno con idee e progetti concreti”.

“Tacopina? Fase di evoluzioni. Lui si è dato un tempo di un mese circa, forse anche qualcosa in più per esaminare tutta la documentazione e formulare una proposta concreta alla Sigi. Ci sono contatti costanti, la vicenda va avanti. Altro non posso dire perchè vige un patto di riservatezza. Valuterà prima lui e poi noi la eventuale proposta che arriverà alla Sigi. Lo Monaco? Abbiamo avuto contatti telefonici, ho detto al Direttore che la questione va definita quanto prima. Fa ancora parte dell’organigramma ma la sua posizione è meramente formale in questo momento. Ci sono in ballo questioni anche di carattere economico legate a pretese bilaterali che verranno valutate nelle sedi opportune. Un legale ci assisterà aprendo un diretto contatto con Lo Monaco.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***