SANTURRO: con Pisseri nel Parma Primavera, l’approdo a Siracusa e l’esordio in A contro la Roma

0
593

Sfumato l’arrivo di Perina (ingaggio troppo elevato), per la porta il Catania ha deciso di virare sul ventottenne Antonio Santurro, prelevato a titolo temporaneo dal Bologna. L’atleta parmigiano sarà uno dei portieri a disposizione del tecnico Giuseppe Raffaele per la stagione sportiva 2020-21.

Santurro nasce il 29 febbraio 1992 a Parma e inizia a muovere i primi passi nel mondo del calcio proprio nella società ducale, condividendo parte del percorso giovanile con il futuro rossazzurro Matteo Pisseri. Successivamente inizia ad accumulare esperienze formative in giro per l’Italia: Bagnolese, Renate, Savoia, Juve Stabia e Melfi. Nel 2016 approda a Siracusa, dove con le sue parate contribuisce al quinto posto finale raggiunto dalla squadra allenata da Andrea Sottil. In estate arrivata la chiamata dalla Serie A e il ragazzo si trova quindi catapultato a Bologna. Le gerarchie lo vedono alle spalle del titolare Antonio Mirante e della riserva Angelo da Costa, tuttavia durante l’anno riesce a ritagliarsi 90 minuti in sostituzione dei due colleghi più esperti.

Il 31 marzo 2018 compie il debutto in massima serie in occasione del match casalingo contro la Roma, riuscendo nell’impresa di fermare Dzeko e compagni sull’1-1. Dopo una stagione senza presenze ufficiali, si trasferisce in prestito alla Sambenedettese dove subisce 19 reti in altrettante partite restando fermo tra gennaio e febbraio per una frattura alla mano. Santurro è un portiere dal fisico longilineo (alto 192 cm), reattivo tra i pali, abile su palle alte e rilanci lunghi, mentre concentrazione e uscite sembrano essere i punti deboli del nuovo estremo difensore del Catania.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***