SARAO: la lunga gavetta in Lombardia, gli 11 gol a Francavilla e la B conquistata a Reggio

0
778

Il Catania ha ufficializzato nella serata di ieri l’ingaggio di Manuel Sarao, sesto volto nuovo in casa rossazzurra dopo gli arrivi di Andrea Zanchi, Alessandro Albertini, Alessandro Gatto, Luis Maldonado e Giacomo Rosaia, più il ritorno alla base di Mariano Izco. L’attaccante prelevato dalla Reggina andrà a impinguare il reparto offensivo a disposizione di mister Giuseppe Raffaele per le prossime due stagioni.

Sarao, milanese classe 1989, è riuscito ad emergere tra i professionisti a compimento della lunga gavetta con diverse società lombarde. Tra il 2011 e il 2016 veste le maglie di Trezzano, Gallaratese, Seregno, Lecco, Giana Erminio e Lumezzane (cui si aggiungono le parentesi a Gozzano e Savona). I 14 gol siglati in 49 partite con la squadra bresciana gli spalancano le porte del Catanzaro, seppur l’annata in Calabria non si rivelerà delle migliori (5 gol in 25 presenze) anche a causa di un infortunio.

Archiviata l’avventura catanzarese, Sarao si rimette in gioco ripartendo da Monopoli (9 gol in 34 presenze) e Francavilla, squadra in cui giunge in doppia cifra realizzativa (11 gol in 38 presenze nella stagione 2018-19). Lo scorso anno è stato visto all’opera prima al Cesena (4 gol in 20 presenze) e successivamente alla Reggina, dove ha vinto il campionato di Serie C seppur in un ruolo da comprimario (1 gol in 8 presenze da gennaio in poi). Complessivamente Sarao ha disputato 223 partite tra i professionisti mettendo a segno 48 gol.

Si tratta di un attaccante strutturato dal punto di vista fisico, bravo con entrambi i piedi e dotato di un ottimo tiro dalla distanza. L’abilità nel gioco aereo, la ricerca costante della profondità attraverso spostamenti rapidi e la capacità di partecipare al gioco corale lo rendono idoneo ai dettami tattici di mister Raffaele.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***