BRAGLIA (all. Avellino): “Catania forte, dovremo fare anche l’impossibile domenica”

0
440
Piero Braglia

Conferenza stampa di Piero Braglia, alla vigilia di Avellino-Catania. L’allenatore biancoverde fa i conti con l’emergenza Covid, ma chiede alla sua squadra di scendere in campo dando tutto per provare a fare risultato:

Situazione non facile, abbiamo questo problema Covid che ci portiamo dietro da un bel pò. In questo momento non ne veniamo fuori. In campo però dobbiamo andarci. Dopo una ventina di giorni si torna sul rettangolo verde, non si sa mai cosa si trova in questi casi ma speriamo in qualcosa di positivo per noi. Giocare una gara ti riporta alla normalità. Negli ultimi 20 giorni abbiamo parlato di tutto meno che delle gare da giocare, adesso bene o male dobbiamo darci delle risposte. Abbiamo una serie lunghissima di partite da giocare questo mese, bisogna fare di tutto se vogliamo restare attaccati ad un certo tipo di carro. Non mi piace cercare alibi, non me ne può fregar di meno, dovremo giocare al massimo delle nostre possibilità“.

“La Ternana? E’ anche la squadra che gioca meglio, ha una facilità impressionante di fare gol. Hanno avuto tanta fortuna nel non essere mai stati toccati da questo virus, facendo tutte le partite a pieno organico. Questo è un campionato che lo decide anche il Covid. Noi finora abbiamo disputato 8 partite, la Ternana 12 e non ha avuto problemi. L’Avellino, invece, è stato costantemente dentro il problema e non è facile. Vorrei che il virus lasciasse in pace anche noi recuperando i giocatori, poi vediamo di che pasta siamo fatti. Se c’è una società che ha fatto controlli in continuazione questa è l’Avellino, fra un pò saremo al 40/o tampone. Noi abbiamo anche dei ragazzi che fanno dei sacrifici, non escono mai. Non sono stupidi, si comportano bene. Bisogna fare mente locale e andare avanti. Domenica avremo dei limiti a cui sopperire con l’aspetto mentale e nervoso, altrimenti siamo in mezzo alla strada, le buschiamo e ce ne torniamo a casa“. 

“Ci dovranno aiutare i nervi, la tensione, la carica agonistica, lo stare bene in campo tatticamente. Di normale c’è poco in una situazione del genere ma il regolamento non lo possiamo cambiare. Se continua così, però, è dura. Spero di recuperare i ragazzi al più presto. Noi finora abbiamo sbagliato solo dieci minuti con la Turris e totalmente l’approccio col Catanzaro, pur essendo una squadra totalmente rinnovata la nostra. Catania altalenante? Ha affrontato tutte le migliori formazioni del campionato finnora. Hanno un organico rinnovato, un allenatore nuovo. Parliamo di una squadra importante con giocatori di livello. Recuperano Rosaia, vantano una struttura con gente come Claiton, Silvestri, Zanchi, Pinto, Albertini o Calapai ai lati, in mezzo sono forti, davanti hanno Reginaldo e Pecorino è un giovane che sta facendo benissimo. Il Catania è una squadra forte, prepariamoci bene, dobbiamo fare anche l’impossibile domenica“.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***