PAROLA AI TIFOSI: “Non si gioca in situazione di normalità. Catania, copione cambiato. Raffaele è umano anche lui”

0
633

La posizione sui social delle pagine Facebook La Domenica allo Stadio – vicina alla Curva Nord del “Massimino” – e dei Liotrizzati, che seguono tradizionalmente le partite del Catania dalla Sud, dopo il ritorno al successo dei rossazzurri:

LA DOMENICA ALLO STADIO: “Una vittoria è sempre importante, anche in un campionato come questo che fa fatica a coinvolgerci. Rimaniamo dell’idea che il calcio che ci piace commentare sia quello che si gioca in una situazione di normalità, che oggi non abbiamo. Pertanto, ci scuserete se scriviamo poco: crediamo che la situazione non giustifichi un eccesso di parole”. 

LIOTRIZZATI: “Una partita con tanti risvolti positivi. Si è rivista voglia di giocare, di provare l’uno contro uno, di portare il pallone in area e di tramare buone idee di gioco. Non si è sempre fatto tutto e non sempre lo si è fatto bene. Ma non chiedevamo il tiki taka, chiedevamo solo di cambiare il copione. Ed è stato cambiato. Un centrocampo che riscopre con Welbeck geometrie ed interdizioni, Dall’Oglio che fa legna e lavoro sporco. Gli attaccanti finalmente sono stati serviti, anche se commettono errori e sbagli ingenui, comunque sembrano in miglioramento. E poi chiudiamo con Raffaele. Ok si, il mister ha sbagliato, ha commesso una leggerezza molto ingenua. Ma tutto sto can can mediatico è abbastanza eccessivo. Se prima era fermo e zitto non andava bene, se si fa prendere dalla trance agonistica e (sbagliando) si lascia andare ed entra in campo non va bene. Insomma è umano anche lui”.   

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.