RAFFAELE: “Teniamo tanto a questa maglia. Abbiamo giocato come piace a me. Crescendo fisicamente miglioreremo in tutto”

0
947

Mister Giuseppe Raffaele si gode la conquista di tre punti fondamentali per il Catania, consapevole però che domenica ci sarà un’altra importante battaglia sportiva contro la Turris:

Siamo scesi in campo come piace a me, partita bella, aggressiva, gioco e grande qualità. Peccato non avere finalizzato le tante occasioni create, ma è già un gran passo avanti. Abbiamo espresso quello che deve fare il Catania in questa stagione. Dobbiamo lavorare sempre forte. Già a Teramo nel secondo tempo ho cominciato a vedere la squadra sulla strada giusta, contro la Vibonese ho avuto conferme. Mi dispiace che nell’ultimo quarto d’ora siamo calati ma fra il campo molto pesante ed il fatto che avevamo giocato tre giorni prima, vi assicuro che non era facile. Consideriamo anche il periodo difficilissimo con tutte le problematiche avute e che abbiamo tuttora. Mi riferisco alle numerose defezioni ed alle condizioni fisiche non al meglio di tanti giocatori. Pecorino non ne aveva più, Reginaldo è andato in difficoltà dopo la gara giocata dal 1′ a Palermo e Teramo, tenendo anche conto che proveniva da 20 giorni di stop per via del Covid. Nel secondo tempo abbiamo perso un pò di possesso e tranquillità, dobbiamo essere più bravi a gestire determinati momenti della partita. Miglioreremo attraverso il lavoro, ma i progressi derivano anche dal miglioramento della condizione fisica di tutti i giocatori. Il cartellino rosso nei miei confronti? E’ stato un gesto istintivo da parte mia. Chiedo scusa ma ero sicuro fosse fallo, non credo si sia trattato di un gesto eclatante”. 

“Stiamo lavorando bene ma tanti giocatori sono arrivati a preparazione quasi conclusa, altri si sono fermati nell’ultimo periodo. Crescendo fisicamente, cresce la qualità del gioco, l’aggressività, tutto. Aspettiamo il rientro di altri calciatori fondamentali. Dopo Teramo ci siamo uniti, volevamo fortissimamente questo risultato e lo abbiamo dimostrato. Teniamo tantissimo a questa maglia. Sappiamo che può essere un anno di alti e qualche basso, purtroppo venivamo da quattro gare complicate e trasferte veramente difficili, un tour de force ma abbiamo rialzato la testa. Domenica ci attenderà un’altra battaglia, sperando che non piova perchè altrimenti rischiamo di giocare su un terreno che metterà a dura prova la mia squadra. E mi auguro di recuperare il 100% delle energie, perchè i ragazzi sono usciti stremati dal campo, hanno dato tutto. Era importante battere la Vibonese, non solo per i tre punti ma anche per l’espressione di gioco che ci dà maggiore consapevolezza. In caso di altra vittoria domenica, il ruolino di marcia tornerebbe ad essere consono al nostro percorso, guardando avanti con rinnovato ottimismo”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***