NICOLOSI: “Pellegrino farà parte del progetto. Nuovo stadio salendo di categoria. Tacopina grandissima opportunità”

0
3617

Joe Tacopina ha già lasciato la Sicilia dopo essersi confrontato in modo particolare con Gaetano Nicolosi, attuale azionista di maggioranza. Proprio quest’ultimo ha parlato degli incontri tenutisi in questi giorni con l’avvocato italo-americano, ospite della trasmissione televisiva ‘Corner’, su Telecolor:

“Siamo vicini alla definizione dell’operazione. Stiamo lavorando affinchè si arrivi al closing a metà gennaio. Abbiamo visto insieme la partita di Viterbo, Tacopina è contento della squadra e dei risultati. Siamo al quinto posto con due punti di penalizzazione, non male considerando che la rosa è nuova e non c’era affiatamento tra i ragazzi, che stanno iniziando a fare gruppo. Piccolo dimostra di essere un bravissimo calciatore e Raffaele sta svolgendo un ottimo lavoro. Si vede l’operato di Pellegrino, che ammiriamo e rispettiamo perchè ha fatto e continua a fare un lavoro da fuoriclasse personalmente e professionalmente. Lui sta andando bene e sarà parte integrante del progetto. Ottimo risultato rimanere in zona Play Off partendo con il -4, la squadra sta tenendo botta molto bene e crescerà. Qualcosa, comunque, nel mercato di gennaio faremo”.

“Con Tacopina abbiamo affinato alcuni dettagli, ho conosciuto Largotta. Si sono affinati rapporti importanti, Joe mi ha spiegato il suo grande progetto. E’ persona determinata, forte, sicura di sè, con idee molto chiare ed un entourage fortissimo, non solo gli investitori. Siamo in presenza di una compagine sicula-americana, l’obiettivo è quello di attenzionare altri progetti qui in casa nostra. Può essere una grandissima opportunità per il Calcio Catania, ma anche per il turismo e l’economia della città. Lo stadio nuovo? E’ una possibilità, ma è necessario che il Catania salga di categoria, poi se ne potrà cominciare a parlare”. 

Tacopina è veramente innamorato del Catania e della Sicilia, vuole portare i colori rossazzurri ad altissimi livelli. Vivrà a Torre del Grifo ogni mese con una suite a lui dedicata. Lavorerà insieme al nostro entourage, perchè rimarrà qualcuno dell’attuale proprietà, seppure con una diversa distribuzione nelle cariche. Non solo io. Il Presidente sarà Joe perchè deve rappresentare tutti gli investitori – sei imprenditori, con me sette – e vuole farlo in modo autorevole. Le quote di partecipazione saranno miste, la società 11700 potrebbe fare parte del progetto. Che ruolo avrò io è un dettaglio secondario, adesso puntiamo al bene della squadra e a dove questo gruppo potrà portare il Catania. Noi abbiamo onorato e stiamo onorando i nostri impegni. In particolare la ristrutturazione del debito, fondamentale affinchè l’operazione vada in porto. Stiamo facendo qualcosa di veramente importante, dal profondo Sud non è poco”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***