ESCLUSIVA – Bergossi (procuratore sportivo): “Catania, Piccolo sposta gli equilibri. Vincere i play off si può. Serve continuità”

0
1560

Nei giorni scorsi lo abbiamo sentito per un aggiornamento sulle condizioni fisiche di Giovanni Pinto. Alberto Bergossi, procuratore sportivo ed ex calciatore – tra le altre – di SPAL, Avellino e Bari, si è soffermato ai microfoni di TuttoCalcioCatania.com sulle prospettive dei rossazzurri nel girone di ritorno:

“Purtroppo il Catania ha giocato spesso in campi non propriamente a posto, ad esempio qualche partita casalinga a Lentini. Adesso vedremo cosa succederà nei prossimi giorni di calciomercato. Ultimamente non ho sentito Pellegrino, però secondo me quest’anno il Catania deve cercare, con l’avvento di Tacopina, di trovare una posizione favorevole nella griglia play off. Ritengo molto, molto difficile che possa avere ancora la possibilità di vincere il campionato perchè il distacco dalla Ternana è davvero elevato ma aggiudicarsi gli spareggi promozione o farli da protagonista si può“.

“Secondo posto raggiungibile? Come il Bari spera di raggiungere ancora la Ternana, il Catania deve sperare di raggiungere il Bari. Adesso è importante che la squadra di Raffaele dia continuità, spinto anche dal rientro – mi auguro con continuità – di Piccolo, giocatore che può spostare gli equilibri. Lo sta dimostrando. E’ un pò il Falletti della Ternana, elemento che in Lega Pro è uno dei più bravi. Ho fiducia in Piccolo, anche se non lo seguo personalmente ma mi è sempre piaciuto. Poi ha avuto un problema fisico. Russotto è un altro calciatore tecnicamente valido ed è già stato lì, conosce l’ambiente. Se il Catania ha deciso di riprenderlo vuol dire che c’è un progetto tecnico ben preciso. Con l’assestamento della società ed un entusiasmo ritrovato, la formazione rossazzurra può disputare un girone di ritorno migliore rispetto alla prima parte del campionato. Mancano così tante partite che credo il Catania possa migliorare l’attuale posizione di classifica”. 

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***