ACCADDE OGGI: 28 Febbraio 1943, il Catania di Frisoni prosegue la splendida cavalcata

0
70
Simbolo di Catania

Tuffo nelle origini del Catania, all’epoca avente la denominazione societaria di Associazione Fascista Calcio Catania. La squadra partecipante al campionato di Serie C, presieduta da Ottavo Teghini e allenata da Berardo Frisoni, centrò a Caltanissetta contro la Nissena il 14/o risultato utile consecutivo. Era il 28 Febbraio 1943, 0-2 con reti di Presseli ed E. Vitali, rispettivamente al 13′ e 66′. Squadra capace di dominare il raggruppamento H con una raffica di gol e risultati eccellenti trascinata dalle reti di Marco Romano, autore di ben 26 marcature in quella stagione. Successivamente arrivò un altro successo al cospetto dei Vigili del Fuoco Palermo, squadra gestita dal Corpo nazionale dei vigili del fuoco ed esistita esclusivamente negli anni ’40.

Poi, ad aprile, pareggio a Terni nel girone finale. Si chiuse qui il torneo per gli etnei. Il 15 e 16 aprile la città di Catania venne bombardata, morirono 158 civili e 322 furono i feriti prima di un altro tremendo attacco che causò 216 morti e oltre 300 feriti. La FIGC, non potendo più garantire la regolarità di campionati e gironi finali a causa dell’invasione della Sicilia da parte delle truppe americane, decise di continuare l’attività escludendo tutte le squadre siciliane. Rimase, comunque, il ricordo di una gran bella squadra che suscitò entusiasmi negli sportivi catanesi.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***