DALL’OGLIO SPRECA IL MATCH-BALL: parità tra Catania e Bari

0
928

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Il Catania pareggia al Massimino contro il Bari e non riesce a riscattare in toto la sconfitta di mercoledì. Primo tempo bruttino degli uomini di Raffaele che si fanno imbrigliare dai pugliesi e non riescono a creare azioni pericolose. Al 4’ D’Ursi prova a sfruttare la svirgolata di Giosa calciando da fuori ma è bravissimo Confente a deviare il pallone in angolo. All’8‘ è invece Dall’Oglio che cerca il bersaglio grosso su calcio di punizione ma il pallone viene deviato dalla barriera e finisce sul fondo. Dopo 1 minuto altra combinazione interessante dei biancorossi con Maita che dal limite dell’area calcia alto. Al 15’ si rivede il Catania con la conclusione di Dall’Oglio che finisce molto lontana dallo specchio della porta. Nonostante le tante assenze è il Bari che prova a fare la partita con una manovra più ragionata e costruttiva mentre i rossazzurri si limitano a lanciare lungo per Di Piazza sperando di trovare l’imbucata vincente.

Al 33’ di nuovo il Bari in avanti con Cianci che si gira bene e dal limite prova a calciare colpendo però troppo debolmente la sfera. 2 minuti più tardi i galletti trovano il vantaggio grazie alla combinazione Sarzi Puttini-Cianci. L’esterno biancorosso si libera di due uomini e crossa per Cianci che con un colpo di testa in torsione insacca sul secondo palo. Al 44’ Russotto viene imbeccato perfettamente da Welbeck ma il tiro del fantasista romano è troppo debole e viene bloccato agevolmente da Frattali. Nella ripresa il Catania cambia atteggiamento sia tecnico che tattico grazie agli innesti di Golfo (al posto di Sales) e Sarao (per Maldonado) e passa ad un 4-2-4. Al 52’ splendida azione di Calapai che vede l’inserimento di Di Piazza ma l’ex Catanzaro si trova leggermente al di là della linea difensiva avversaria e l’azione sfuma. La maggiore pericolosità dei padroni di casa è testimoniata anche al 63’ quando Di Piazza, liberissimo in area, non riesce a colpire di testa. Sul contro-cross di Russotto, Sarao non impatta bene la sfera e vanifica l’azione.

Poco dopo arriva il gol del pareggio. Russotto disegna una magnifica traiettoria che trova la testa di Sarao, il quale indirizza la sfera nell’angolino basso dove Frattali non può arrivare. Ancora Sarao è pericoloso al 75’ con un’apprezzabile rovesciata che viene però agilmente parata dall’estremo difensore biancorosso. Sul finale di partita entrano prima Manneh per Russotto e poi Rosaia per Di Piazza con il Catania che passa al 4-3-3. Al 92’ gli uomini di Raffaele sprecano la migliore chance per passare in vantaggio. Sarao viene vistosamente trattenuto in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore al Catania. Dal dischetto parte Dall’Oglio che viene ipnotizzato dall’estremo difensore avversario. L’errore dagli undici metri spegne il Catania e dopo altri 3 minuti di gioco arriva il triplice fischio. Per la compagine etnea non basta una buona ripresa ed un ottimo Manuel Sarao per avere la meglio sui biancorossi.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***