RAFFAELE: “Secondo tempo dominato, ma è solo un punto. Mi prendo la prestazione gagliarda fatta dalla squadra, meritavamo ampiamente di vincere”

1
614

Mister Giuseppe Raffaele analizza la prestazione offerta dal Catania contro il Bari:

“Nel primo tempo dovevamo gestire le risorse ed è stata una gara un pò più attenta. Rientrava Russotto, Sarao non era in buone condizioni. Dopo il gol ha subito un altro colpo sulla parte già dolorante a Terni e speriamo di avercelo a disposizione per mercoledì. Abbiamo cercato di adoperare tutti gli attaccanti, compreso Golfo che non ha ancora i 90′. Giocando tante partite ravvicinate li dobbiamo dosare. Avremmo meritato ampiamente il successo. A Terni siamo stati puniti oltre ogni nostro errore, Ternana aiutata anche dagli episodi. Non ci deve scalfire il fatto di aver perso due punti ma darci grandissima consapevolezza la prestazione fatta soprattuto nel secondo tempo. Siamo ripartiti favendo una prova gagliarda, importante. Nel secondo tempo credo che abbiamo dominato, mentre nella prima frazione cercavamo di sviluppare l’azione da dietro con più difficoltà, anche perchè di fronte avevamo il Bari e non certamente una squadra venuta qui per consegnarsi. Peccato per il gol subito, a parte questo episodio ed un tiro da fuori il Catania non ha concesso altro al Bari. Dopo l’intervallo siamo entrati con le punte, sia per vie centrali che esterne, purtroppo però è solo un punto. Faccio comunque i complimenti ai ragazzi perchè non era facile preparare le ultime gare contro avversari di questa qualità in poco tempo. Ci aspettavamo anche la possibilità che il Bari giocasse con il 3-5-2, soluzione già adottata dai biancorossi. Partendo con Russotto e Di Piazza dal 1′, non avendo loro difensori velocissimi volevamo farli uscire un pò e poi attaccargli le spalle”. 

“Oggi il Catania si è avvicinato molto a realtà che dovevano stracciare il campionato. Per me questo rappresenta un passo importante nella crescita della squadra. Nel secondo tempo siamo stati straordinari cercando con carattere, gioco, individualità e voglia la vittoria. E’ un fattore positivo questo. Adesso affrontiamo gare difficili a Pagani e Vibo Valentia, prendiamo positivamente gli aspetti di questo pareggio anche se rammaricati per il rigore sprecato nel finale. La Paganese è una squadra in salute, la prepareremo in un giorno. Adesso recuperiamo mentalmente cercando di fare il massimo a Pagani. Rigoristi? E’ Piccolo il rigorista, ma è ancora assente. Sarao aveva calciato rigori, sbagliandone un paio. Dall’Oglio si era presentato sul dischetto contro la Virtus Francavilla ed aveva fatto bene, non è riuscito a ripetersi ma ci sta nel calcio. Se c’era fallo su Di Piazza in area? Non guardo tanto queste situazioni. In ogni caso noi il rigore lo abbiamo avuto, sbagliandolo. Mi prendo la grande prestazione dei ragazzi fatta con determinazione e voglia di aggredire una squadra offensiva. Proseguiamo il percorso, ci toglieremo grandi soddisfazioni”. 

“Bassi nel primo tempo? Avevamo il Bari che voleva giocarsi la partita. Parliamo di un avversario che alla vigilia doveva stravincere il campionato. Nell’arco dei 90′ il Catania meritava ampiamente la conquista dei tre punti. Poi ci sono varie fasi durante la partita, c’è anche quella in cui l’avversario palleggia più di te. Soprattutto se si chiama Bari. Eravamo sul pezzo nel primo tempo, abbiamo rischiato poco. Chiedere al Catania di essere spregiudicato dall’inizio non era facile perchè avremmo dovuto avere gamba, condizione fisica e tutti i calciatori a disposizione. Golfo e Di Piazza sono arrivati da poco e non hanno i 90′. Russotto è rientrato solo oggi. Avevamo giocatori che hanno tirato la carretta come Welbeck e Dall’Oglio. Ci sono anche gli avversari, ma io ho visto un grandissimo Catania che ha saputo soffrire e tenere nella prima frazione, giocando una ripresa spettacolare in cui abbiamo dominato in lungo e in largo”.

VIDEO: le parole di Raffaele

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. Vittime della mentalità difensivista di Raffaele. Non si può affrontare tutte le partite giocando solo 45 minuti! Con una mentalità diversa, contro questo Bari di doveva vincere 3-4 a zero. Infine, un rigore come quello di ieri, che può valere una intera stagione, non si calcia in quel modo, ma a mezz’altezza angolato e forte. Mancanza di intelligenza e di lavoro di preparazione durante gli allenamenti. Limiti tecnici evidenti di alcuni giocatori e allenatore.

Comments are closed.