PAGELLE DI REPARTO: bene la difesa prima dell’1-0, centrocampo in calo, attacco mediocre

2
643

Nella trentaseiesima giornata di Serie C, il Catania non riesce ad avere la meglio nei confronti di un Catanzaro in emergenza Covid, uscendo sconfitto dalla contesa e ben imbrigliato dai padroni di casa. Di seguito le pagelle di reparto:

Difesa 5,5
Fino alla rete dei giallorossi, la difesa è sembrata molto attenta e compatta, con Tonucci e Silvestri che non hanno mai concesso particolari occasioni, gestendo abbastanza bene gli attaccanti giallorossi. Dopo il vantaggio anche loro hanno perso qualche certezza concedendo con troppa facilità il 2-0. Buona la prova di Giovanni Pinto che ha garantito per tutti i 90 minuti la giusta spinta sulla corsia mancina, dimostrando di avere raggiunto una condizione fisica più che accettabile. Male invece Luca Calapai. Il terzino destro trova in Gatti un cliente scomodo ed in più ha sulla coscienza il gol dell’1-0, non avendo marcato adeguatamente Di Massimo. Albertini è entrato a pochi minuti dal triplice fischio senza poter incidere sul match. Miguel Martinez insolitamente incerto.

Centrocampo 5.5
Prestazione altalenante di Maldonado. Il regista ecuadoregno ha effettuato qualche lancio illuminante, facendo benino in fase d’interdizione e sfiorando un gran gol su punizione, ma ha gestito con troppa superficialità alcuni palloni persi banalmente, favorendo spesso le ripartenze giallorosse. Non benissimo anche Dall’Oglio. Il 23 rossazzurro non è apparso pimpante come nelle ultime uscite stagionali. Discreto l’apporto di Rosaia che ha offerto la solita prestazione di sostanza, tutta corsa e dinamismo. Anche il capitano Mariano Izco, pur mettendo il cuore e la grinta, non è riuscito ad influenzare il decorso della partita. Reparto di centrocampo complessivamente in calo nel corso del secondo tempo.

Attacco 5
Deludente Matteo Di Piazza che, pur svariando su tutto il fronte offensivo e mettendo al servizio della squadra le proprie doti atletiche, non riesce ad incidere. Prova abbastanza incolore per il numero 33 che tuttavia non viene supportato a dovere dai compagni. Russotto dimostra come sempre di onorare la maglia, cercando il guizzo giusto con qualche giocata delle sue, ma il Catanzaro di oggi è stato ben disposto in campo, chiudendo tutti gli spazi. Reginaldo, quest’oggi schierato come esterno offensivo, si dimostra molto generoso evidenziando qualità ed esperienza; ha scambiato anche la posizione con Russotto nel tentativo di non concedere punti di riferimento agli avversari, ma gli è mancata la stoccata vincente. Golfo entra a metà secondo tempo senza però imprimere la svolta. Manneh è subentrato solo nel finale ed a risultato quasi del tutto compromesso. In ogni caso ha provato con la tecnica e la rapidità ad imbastire qualche trama di gioco senza però riuscire nell’intento. Infine Michele Volpe è finalmente sceso in campo indossando la maglia etnea, più che altro per riprendere confidenza con il rettangolo verde, in attesa di tempi migliori.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

2 COMMENTI

  1. NON PENSATE CHE 1) L’ASSENZA di WELBECK SIA STATA D E C I S I V A , riguardo al MANCATO FILTRO a CENTROCAMPO? Poi la , ormai Cronica, di PICCOLO ha RIDOTTO ULTERIORMENTE la Qualita’ della PRESTAZIONE, PURTROPPO NON ABBIAMO ” R I C A M B I”- QUESTA è UNA IMPORTANTE differenza con le MIGLORI.

  2. quarti o quinti poco importa,per una squadra mediocre come questa non c’è futuro…l’unica speranza si ciama Tacopina,bisogna crederci.

Comments are closed.