FURLAN: istanza arbitrato Coni contro Catania, condanna per il club rossazzurro

0
4596

Tanti i creditori che battono cassa e gli accordi transattivi raggiunti fino a questo momento, altri prossimi alla scadenza o già scaduti. A febbraio ricorderete che la Italian Managers Group Sports S.r.t. presentò al Collegio di Garanzia dello Sport un’istanza di arbitrato in persona del legale rappresentante Augusto Carpeggiani, contro il Calcio Catania, in virtù del contratto di mandato sottoscritto tra le parti in data 3 luglio 2019, volto alla cura degli interessi ed all’assistenza della società nella conclusione del contratto di prestazione sportiva del portiere Jacopo Furlan, oggi in forza all’Empoli e fresco di promozione in Serie A. Una delle tante questioni da risolvere legate alla gestione societaria del passato.

Ci siamo chiesti come si fosse conclusa la vicenda. Ebbene nei mesi scorsi il Collegio ha dato ragione a Furlan, sulla base di un corrispettivo di 8.000 euro che il Catania avrebbe dovuto corrispondere in due rate con scadenza il 30 settembre 2019 e 28 febbraio 2020. La società rossazzurra è stata condannata al pagamento in favore della Italian Managers Group Sports S.r.l. della somma di 8.000 euro, a cui si devono aggiungere tutti gli oneri accessori (rivalsa contributo INPS 4%, IVA e interessi di mora), 3.000 mila euro per “onorari del Collegio arbitrale” (di cui 1.200,00 euro al Presidente e 900,00 euro a ciascuno arbitro), 300 euro in favore del CONI a titolo di spese generali e 3.500 euro per diritti amministrativi.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***