SILVESTRI: ripercorriamo l’avventura catanese dell’ex capitano rossazzurro

0
254

La cessione di Tommaso Silvestri rappresenta, sia dal lato umano che da quello sportivo, l’addio più doloroso di questi ultimi anni di Serie C. Società e tifosi avrebbero saldamente riconfermato il capitano al proprio posto ma le esigenze personali del calciatore hanno fatto propendere il direttore Pellegrino verso l’accettazione dell’offerta del Modena. Nonostante il triste epilogo, l’avventura alle pendici dell’Etna dell’atleta veneto non può che essere considerarsi positiva.

Arrivato da svincolato nell’estate del 2018 (dopo la buona esperienza vissuta a Trapani), il nativo di Dolo si dimostrò fin da subito determinante, totalizzando già nella prima annata 37 presenze, condite da 2 gol ed altrettanti assist. Il debutto ufficiale con la maglia rossazzurra avvenne il 12 Agosto 2018 in occasione della gara di Coppa Italia contro l’Hellas Verona (terminata sul 2-0 grazie anche ad una rete realizzata dallo stesso numero 5), mentre l’esordio in campionato è datato 29 Settembre durante la vittoriosa trasferta di Rende (anche in questo caso fu decisiva una sua marcatura).

Dopo la cocente eliminazione in semifinale playoff contro la sua ex squadra, il Trapani, il capitano ripartì la stagione successiva confermando quanto di buono dimostrato nell’annata precedente. Durante il campionato 19/20 mise a segno solamente 1 gol (in Coppa Italia contro il Venezia) e 2 assist, evidenziando però un profondo attaccamento verso la maglia e la città quando la situazione economica del club divenne davvero drammatica. Non si tirò mai indietro nonostante le difficoltà societarie e la mancanza di certezze sul futuro, offrendo sempre il massimo e rivelando la propria professionalità.

Nella stagione appena conclusa, nonostante un brutto infortunio (rottura delle costole) l’ormai ex capitano etneo è riuscito a toccare il traguardo delle 100 presenze in maglia rossazzurra in occasione dello sfortunato derby contro il Palermo, dimostrando ancora una volta il profondo rispetto verso la piazza catanese. Nel complesso il classe ‘91 ha difeso 105 volte i colori etnei, segnando 5 reti e refertando 6 assist. La sua assenza al centro della difesa sarà una perdita rilevante, urge reperire un sostituto all’altezza. Rimpiazzando uno dei pilastri fondamentali del Calcio Catania in questi tre anni.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***