EDITORIALE – Ambiente in crisi ed incredulo, il campo unica nota lieta. Quale futuro?

0
602

A cura di Gianluca Virgillito, Direttore Responsabile della testata Antenna Uno Notizie su Bella Radio Tv e Radio Antenna Uno

I nodi stanno venendo al pettine e ciò che resta di mesi di speranze, di interlocuzioni e di progetti si scontra con una realtà fatta di diatribe tra soci SIGI, una situazione debitoria rimasta di eccezionale gravità nonostante l’insediamento di una nuova proprietà succeduta a Pulvirenti e di una squadra tutta cuore e sacrificio, capace di mettere davanti alle proprie responsabilità la proprietà, che non ha potuto rispettare interamente le scadenze previste per la giornata di ieri, pagando soltanto una mensilità (quella di Luglio) alla squadra. Partiamo proprio da questo, perché l’effetto di questa inadempienza sarà un’altra penalizzazione in campionato, una stagione segnata già dalla mancanza di una disponibilità economica per sostenere il progetto tecnico sportivo rossazzurro. Le parole di Gaetano Nicolosi, ieri a Corner su Telecolor, hanno messo in crisi tutto l’ambiente, rimasto incredulo per alcune ammissioni emerse nel corso dell’intervista. Questi eventi sono accaduti successivamente all’addio annunciato a mezzo stampa dal socio Angelo Maugeri, di Ecogruppo Italia ed editore di Futura Production.

Vengono meno i presupposti di un Catania Channel, progetto annunciato ad inizio stagione proprio da Maugeri e mai divenuto esecutivo. Questo elemento mette in mostra una volta in più l’incapacità da parte di SIGI di concretizzare i propri propositi. Non è la prima volta che questo accade. È diventato ormai evidente che le posizioni divergenti di parecchi soci hanno reso impossibile costruire una progettualità che facesse davvero bene al Calcio Catania, pertanto i mesi sono passati cercando di gestire alla meno peggio la situazione senza improntare mai un vero cambiamento della situazione, per spingere sul fronte del ripianamento dei debiti maturati con enti importanti e creditori privati. Adesso è diventato quasi impossibile parlare di campo, anche se il rettangolo verde concede ai tifosi rossazzurri l’unica nota lieta, nonostante tutto.

Sì, perché anche a Francavilla Fontana, contro un avversario ostico per questo Catania, il gruppo etneo ha dimostrato di avere a cuore la causa portando a casa un buon pareggio e già domani si tornerà in campo, stavolta in casa contro l’Avellino, squadra ostica ma un po’ in difficoltà. Quale sarà l’atteggiamento dei tifosi al “Massimino”? La Curva Nord ha annunciato il suo ritorno a sostegno di mister Baldini e dei suoi ragazzi, ma quale sarà il messaggio che i sostenitori rossazzurri lanceranno alla proprietà? Tutti aspettano ancora risposte chiare sul futuro, magari tramite comunicazione diretta da parte della società. Restiamo tutti in attesa, con un pizzico di fiducia in meno nel futuro. Ce lo consentirete…

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***