ACCADDE OGGI: 7 dicembre 2003, l’arbitro De Marco fa imbestialire il Catania a Livorno

0
2294
Andrea De Marco

Sono passati diciotto anni da quel Livorno 2-2 Catania, disputato in Serie B. Pareggio con l’amaro in bocca per i rossazzurri il 7 dicembre 2003, a seguito di un gravissimo errore arbitrale.

Amaranto che si trovano casualmente in vantaggio al 48′ del primo tempo grazie ad una sfortunata autorete di Giallombardo su cross di Biliotti. Il Catania del duo Colantuono-Matricciani reagisce con veemenza e al 61′ trova il pari con un perfetto contropiede di Mascara lanciato sul filo del fuorigioco. Innervosito il Livorno stenta a riorganizzarsi e a 4′ dalla fine, complice un nuovo svarione difensivo, si vede costretto ad incassare da Sedivec la rete dell’1-2. Solo a questo punto gli uomini di Mazzarri trovano la rabbia necessaria per evitare la sconfitta.

E al 7′ di recupero riescono a cogliere il 2-2 grazie a Protti, lucidissimo nel trasformare un rigore concesso dall’arbitro De Marco. Il “fischietto” di Chiavari vede l’atterramento in area dello stesso attaccante. In realtà il fallo avviene molto prima dell’ingresso nell’area di rigore catanese. Fortissime e legittime polemiche in casa rossoazzurra, alzò la voce anche l’allora Direttore Sportivo del Catania Guido Angelozzi. A fine partita esplose la rabbia degli ultras, con l’arbitro scortato e scontri tra le opposte tifoserie. Da quel giorno De Marco entrò di diritto nella storia delle direzioni di gara più contestate alle pendici dell’Etna.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***