GHIRELLI (Pres. Lega Pro): “Emozione forte per me a Catania nel derby, si è messo un seme di cambiamento”

0
1095

Il numero uno della Lega Pro Francesco Ghirelli torna sul derby Catania-Palermo e l’importanza che racchiude nel contesto di un cambiamento di tipo culturale, intervenendo ai microfoni di lacasadic.com: “Cultura vuol dire quello che si è svolto qualche settimana fa tra Catania e Palermo: il pre-derby dell’amicizia e successivamente la partita vera. Con 11mila spettatori a Catania, in un derby storicamente forte e combattutissimo con grande passione dalle tifoserie e anche in campo. Quando è stato annunciato che c’erano 100 bambine e bambini con ornamenti e sciarpe del Palermo e tutto lo stadio ha applaudito, ecco lì l’emozione è stata forte per me. Quello è stato lo stadio dove morì Raciti, una pagina nera e violenta che ha segnato il calcio italiano. Per azione di Ismaele e di Paci, oltre all’idea visionaria del presidente del Palermo Mirri coadiuvato dai dirigenti del Catania, si è messo un seme di cambiamento che è replicabile per tante altre città. Ed è passato in secondo piano, ma è meglio così, anche il fatto che sia stato il primo derby arbitrato da un siciliano così come nella stessa domenica anche un altro derby, quello della Toscana, è stato arbitrato da un toscano. Sono tutti cambiamenti nel calcio e per merito dell’AIA, di Trentalange, del presidente e del designatore Ciampi si è arrivati ad un innovamento”.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***