PAGELLE DI REPARTO: Sipos decisivo, impatta bene Russotto. Male Stancampiano e Biondi

0
1267

Il Catania non riesce nell’impresa di vincere due derby consecutivi conservando però l’imbattibilità regionale e dividendosi la posta in palio con i padroni di casa dell’ACR Messina. Dal doppio volto la prova degli etnei, spenti e poco determinati nella prima frazione, aggressivi e volitivi invece nei secondi quarantacinque minuti. Di seguito le consuete pagelle di reparto:

DIFESA 5,5
I due centrali Claiton ed Ercolani tutto sommato disputano un buon primo tempo, mantenendosi sostanzialmente inoperosi, tuttavia nella ripresa entrambi entrano in affanno concedendo diverse opportunità ai padroni di casa soprattutto in ripartenza. Molto compassato Pinto che rimane ancorato alla linea difensiva senza mai provare lo spunto in avanti. Bene invece l’apporto di Zanchi. Molto propositivo Calapai che per tutta la gara si dimostra uno stantuffo inesauribile giostrando a tutta fascia e provando ad imbastire diverse azioni pericolose. Malissimo Stancampiano. Dopo la buona prova contro il Palermo, commette delle grosse ingenuità che compromettono il risultato. Clamoroso l’errore nel primo tempo che permette al Messina, fino a quel momento non pervenuto, di sbloccare la gara ed anche sul secondo gol avrebbe potuto fare di più.

CENTROCAMPO 6
In mediana come al solito non lesinano impegno e dedizione sia Greco che Rosaia, tuttavia stavolta il giovane italo-malgascio non appare particolarmente brillante ed incisivo. Molto meglio invece l’ex Cesena che sale in cattedra soprattutto nel secondo tempo recuperando tanti palloni preziosi e gestendoli sempre con lucidità. A corrente alternata la prova di Maldonado che pur toccando tante volte la sfera non entra mai davvero nel vivo della manovra se non alla mezz’ora, quando una sua verticalizzazione consente a Biondi di avvicinarsi alla porta avversaria. Ottimo invece Albertini, schierato sull’out offensivo destro, che non soltanto fornisce il giusto supporto a Calapai ma sigla anche il suo primo gol con la maglia del Catania avventandosi sulla respinta della traversa e riequilibrando una gara diventata incredibilmente complicata. Senza voto Provenzano subentrato a pochi istanti dal fischio finale.

ATTACCO 5,5
Stavolta rimane a secco Luca Moro che conclude così a 18 reti il proprio (strepitoso) girone d’andata. Poco brillante il numero 24 che non si è quasi mai affacciato dalle parti del portiere avversario ben marcato e controllato dai difensori avversari. L’unica vera opportunità della gara la cestina clamorosamente spedendo fuori, da pochi passi, il pallone del possibile pareggio nel primo tempo. Altra nota negativa è rappresentata dai due esterni. Biondi è apparso del tutto avulso dal gioco e poco lucido. Antonio Piccolo non è riuscito ad incidere, limitandosi a giocate semplici e di poca qualità. Dimostra ancora una volta di non possedere una condizione fisica accettabile. Impatta molto bene Russotto. Il numero 7 spazia per tutto il campo, spostandosi sulla fascia, sulla trequarti e persino sulla linea mediana pur di prendersi il pallone. Tante le giocate utili ed efficaci sfornate dal folletto rossazzurro che però non trova la via della rete. Decisivo Leon Sipos. Il croato mette la propria firma sulla duplice rimonta etnea. Prima colpisce la traversa che consente ad Albertini di siglare il momentaneo 1-1 e poi, con una zampata da bomber di razza, anticipa Lewandowski in uscita stabilendo il definitivo 2-2.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***