RISCATTO CATANIA: l’uragano Moro si abbatte sul Palermo

1
941

>>>Clicca qui per visualizzare il tabellino e le statistiche della partita<<<

Il Derby di Sicilia numero 87 si conclude nel migliore dei modi per il Catania che, a quasi dieci anni di distanza dall’ultima volta, batte i rivali del Palermo grazie ad un super Luca Moro. Al di là del numero 24 quest’oggi un po’ tutta la truppa di mister Baldini ha offerto una prestazione più che positiva, mettendo sul rettangolo verde cuore, grinta e determinazione anche nei momenti di massima difficoltà.

Pronti via ed i rossazzurri si rendono pericolosi già al 5′ con il colpo di testa di Calapai bloccato senza problemi da Pelagotti. Qualche istante dopo (22′) il Catania trova il vantaggio grazie ad un calcio di rigore guadagnato da Kevin Biondi: dagli undici metri Luca Moro si dimostra il solito cecchino infallibile spiazzando il numero uno avversario e siglando la rete numero 17 in campionato. Catania vicino al raddoppio al 33′ con il tiro a giro di Russini che termina di un soffio a lato. Successivamente (35′) sono invece i “rosa” a proiettarsi in avanti ma la botta da fuori di Odjer è troppo fuori misura. Nel finale di tempo (42′) grandissima chance per gli etnei con Biondi che, dopo essersi liberato in dribbling di un difensore avversario, si incunea in area e scarica un missile terra-aria prontamente respinto con i pugni da Pelagotti; sulla ribattuta è invece Greco a non impattare nel migliore dei modi la sfera cestinando l’occasione. In pieno recupero (46′) altra ghiotta opportunità per i padroni di casa ma la staffilata mancina di Russini termina di poco sul fondo.

Ad inizio ripresa mister Baldini inserisce Ercolani al posto di Claiton e sono le aquile (53′) a rendersi per prime pericolose con il neoentrato Silipo che scarica un destro molto potente ma facilmente parato da Stancampiano. Il Catania risponde invece (58′) con il colpo di testa di Monteagudo che si perde abbondantemente sul fondo. Al 60′ rosanero ancora vicini al pari con la mezza rovesciata di Soleri che sibila a fil di palo. Verso l’ora di gioco altri cambi in casa rossazzurra con gli ingressi di Izco e Provenzano che prendono il posto di Greco e Maldonado. Passano pochi istanti (66′) e Russini, già ammonito, riceve il secondo giallo lasciando i suoi in inferiorità numerica. L’espulsione del numero 20 fa si che mister Baldini inserisca nella contesa anche Zanchi al posto di Biondi. Al minuto 73 ci riprovano gli ospiti con la conclusione da fuori di Crivello che però non sortisce gli effetti sperati. Sul ribaltamento di fronte è invece Calapai a non trovare lo specchio della porta. Altro colpo di scena al minuto 79′ con Almici che viene espulso a seguito di un brutto gesto ai danni di un raccattapalle.

Successivamente (85′) il Catania trova il gol della tranquillità grazie ad uno strepitoso Luca Moro che, dopo essersi liberato di due avversari, batte Pelagotti con un micidiale rasoterra. Al minuto 88′ l’Elefante sfiora il tris ancora con Moro che, lanciato a rete, trova l’opposizione dell’estremo difensore palermitano. Sulla ribattuta è invece Zanchi a trovare la provvidenziale respinta di un difensore avversario. Il pericolo scampato innesca il contropiede dei rosa con Silipo murato però al limite dell’area dall’attenta difesa rossazzurra. Il raddoppio dei padroni di casa esaspera gli animi in casa Palermo come testimonia lo sciagurato intervento di Luperini ai danni di Provenzano che costa il rosso diretto al centrocampista delle aquile. L’ultima emozione la regala Silipo che, al momento di calciare a rete, scivola tirando alle stelle. Dopo cinque minuti di recupero esplode di gioia il “Massimino” per un vittoria meritata e voluta da tutto l’ambiente rossazzurro.

***CLICCA QUI per mettere MI PIACE alla nostra pagina Facebook***

1 COMMENTO

  1. E VAIIIIIIII!!!!! Siamo una bella squadretta! L’ho dicevo in tempi insospettabili…dobbiamo giocare sempre così, col coltello fra i denti! Dobbiamo fregarcene della classifica, alla fine tireremo i conti. Vai splendido Catania. Palermo: AMMUCCA E POTTA A CASA!! Ah ah!

Comments are closed.